/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 18 novembre 2019, 08:00

L’eco tassa deve essere strutturale e normata da una legge

I gruppi di Alliance Valdôtaine, Union Valdôtaine, Pour Notre Vallée-Area Civica-Front Valdôtain e Stella Alpina frenano sull’aumento del 500% proposto dall’assessore all’ambiente Albert Chatrian

L’eco tassa deve essere strutturale e normata da una legge

“È quanto mai necessario definire con chiarezza le modalità degli interventi regionali in materia di conferimento dei rifiuti che arrivano da fuori Valle per trovare collocazioni nelle discariche presenti sul nostro territorio”. Lo chiedo i gruppi di maggioranza del Consiglio che hanno  proposto all’Assessore di trasformare l’emendamento che contemplava la linea dell’aumento del 500 per cento dell’ecotassa e di lavorare, di concerto con l’Assessore alle finanze Renzo Testolin, ad un apposito disegno di legge adeguatamente strutturato, da approvare a inizio 2020.

“La normativa – si legge in una nota - dovrà contenere quanto già espresso con l’emendamento e quindi disposizioni che concretizzino l’aumento dell’ecotassa per i rifiuti provenienti dalle altre regioni, da 5 a 25 euro, con un aumento del 500 per cento, che è il massimo consentito dalla legge statale, con decorrenza gennaio 2021”.

In una nota i gruppi precisano: “Crediamo invece opportuno - aggiungono - mandare avanti l'emendamento nel collegato che disponga nuovi criteri per limitare la possibilità di conferimento di rifiuti presso le discariche regionali per chi arriva da fuori Valle”.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore