/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 20 aprile 2024, 11:00

La regione punta sulla formazione e la professionalità dei cestori di attività agrituristica

Le nuove disposizioni per il corso di formazione per gestori di attività agrituristica rappresentano un passo avanti significativo nel promuovere e sostenere lo sviluppo sostenibile del settore agrituristico in Valle d'Aosta

La regione punta sulla formazione e la professionalità dei cestori di attività agrituristica

Nella costante ricerca di migliorare e adeguare le pratiche nel settore dell'agriturismo, l'Assessorato dell’Agricoltura e Risorse Naturali della Regione Valle d'Aosta ha annunciato l'approvazione di nuove disposizioni riguardanti il corso di formazione per i gestori di attività agrituristica. Queste novità, discusse e ratificate durante l'ultima riunione della Giunta Regionale, mirano a rinnovare il profilo professionale di queste figure chiave e ad allineare le regolamentazioni con le attuali normative regionali.

Uno dei cambiamenti più significativi è l'introduzione della possibilità di partecipare al corso di formazione e all'esame di idoneità anche in modalità online. Questa innovazione offre ai futuri gestori una maggiore flessibilità nell'accesso alla formazione, consentendo loro di conciliare gli impegni professionali e personali con il percorso formativo richiesto. Inoltre, i contenuti delle lezioni sono stati aggiornati per rispondere meglio alle esigenze attuali del settore, garantendo una preparazione adeguata agli aspiranti gestori.

Al fine di agevolare ulteriormente l'ingresso nella professione, il numero minimo di partecipanti necessari per attivare il corso è stato ridotto da 8 a 4, rendendo il percorso formativo più accessibile anche in contesti con una domanda meno numerosa ma altrettanto significativa.

L'Assessore all'Agricoltura e Risorse Naturali ha sottolineato l'importanza dell'agriturismo come ponte tra l'agricoltura e il turismo, evidenziando il ruolo cruciale dei gestori nel promuovere il territorio, le tradizioni e i prodotti locali. Queste nuove disposizioni, quindi, non solo semplificano l'accesso alla professione, ma consentono anche una maggiore diffusione della cultura e della genuinità che caratterizzano l'esperienza agrituristica.

Tra le altre modifiche apportate, vi è la riduzione del periodo di tolleranza tra il completamento del corso e l'iscrizione all'elenco regionale degli operatori agrituristici da 10 a 5 anni. Questa revisione mira a mantenere alta la qualità e la freschezza delle competenze acquisite durante la formazione. Inoltre, è stata aumentata da 100 a 150 il numero minimo di giornate lavorative necessarie per l'ammissione al corso di formazione, in linea con i parametri minimi aziendali, garantendo così una preparazione ancor più solida per coloro che desiderano intraprendere questa professione.

In conclusione, le nuove disposizioni per il corso di formazione per gestori di attività agrituristica rappresentano un passo avanti significativo nel promuovere e sostenere lo sviluppo sostenibile del settore agrituristico in Valle d'Aosta. Queste misure non solo semplificano l'accesso alla professione, ma mirano anche a garantire che i futuri gestori siano adeguatamente preparati a gestire con successo le proprie attività, contribuendo così alla promozione e alla valorizzazione del territorio e delle sue tradizioni.

elca

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore