/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 03 aprile 2024, 13:36

Polemica per presunta attività di depotenziamento degli uffici del Consiglio regionale

Resta da vedere come verrà affrontata questa situazione e se verranno adottate misure per garantire il pieno funzionamento degli uffici e il supporto adeguato ai consiglieri nella loro attività istituzionale

Polemica per presunta attività di depotenziamento degli uffici del Consiglio regionale

Oggi i riflettori della politica valdostana si sono accesi su un tema particolare: il trasferimento di un funzionario dall'Ufficio legislativo studi e documentazione del Consiglio alla Presidenza della Giunta.

Questo spostamento, autorizzato con una deliberazione dell'Ufficio di Presidenza dell'Assemblea, ha suscitato stupore e preoccupazione tra i gruppi consiliari Misto, Rassemblement Valdôtain, Progetto Civico Progressista e Forza Italia.

Si tratta, secondo quanto evidenziato dai consiglieri dei suddetti gruppi, del secondo trasferimento nel corso degli ultimi mesi senza prevederne la sostituzione di tre in organico. Questo suscita preoccupazione in quanto rappresenta un'attività di depauperamento delle risorse di personale al servizio dei Consiglieri, con possibili conseguenze sul ruolo e sull'operatività dell'Assemblea.

L'Ufficio legislativo del Consiglio riveste un ruolo fondamentale nel supportare tutti i Consiglieri, e pertanto i gruppi consiliari hanno rappresentato al Presidente le loro perplessità in merito al depotenziamento di questo ufficio, chiedendo immediatamente la sostituzione del personale mancante.

In una lettera inviata al Presidente dell'Assemblea, i consiglieri hanno chiesto di conoscere la modalità applicata rispetto a questo trasferimento, nonché se questa prassi sia stata utilizzata in passato e se sarà consentita in futuro per altri dipendenti del Consiglio che ne faranno richiesta. Tuttavia, la risposta ricevuta in Aula dal Presidente Bertin ha lasciato perplessi i consiglieri, poiché, oltre ai presunti vizi di forma sulla trasmissione della lettera, le loro domande restano senza risposta, specialmente riguardo alle tempistiche di risoluzione del problema.

Questo episodio evidenzia una crescente preoccupazione all'interno del Consiglio regionale riguardo alla gestione delle risorse umane e al mantenimento dell'efficacia delle istituzioni. Resta da vedere come verrà affrontata questa situazione e se verranno adottate misure per garantire il pieno funzionamento degli uffici e il supporto adeguato ai consiglieri nella loro attività istituzionale.

elca

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore