/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 30 luglio 2021, 12:17

La nomina del Commissario dell'Usl 'è una sconfitta'

Forza Italia VdA 'paradossale che l'assessore regionale Roberto Barmasse esulti per la nomina di un nuovo commissario per la sanità valdostana'

La nomina del Commissario dell'Usl 'è una sconfitta'

"È tutto normale? Ma, soprattutto, è tutto legale? Troviamo quantomeno paradossale che l'assessore regionale Roberto Barmasse esulti per la nomina di un nuovo commissario per la sanità valdostana in presenza di una lista di candidati idonei alla nomina di direttore generale dell'Azienda USL della Valle d'Aosta, validata appena sei mesi fa da una commissione tecnica indipendente". Forza Italia VdA commkenta cos' la nomina del nuovo Commissario della sanità pubblica valdostana.

"La nomina di un commissario, evento del tutto snaturato in Valle d'Aosta poiché divenuto ormai di ordinaria amministrazione - si legge in una nota del Coorinamento azzurro - costituisce l'ennesima grave sconfitta per la sanità valdostana, già alle prese con una preoccupante fuga dei medici e con una forte sofferenza organizzativa. Perché se è vero che siamo sempre stati contrari alle polemiche sterili, è altrettanto vero che di fronte a una simile operazione non si può stare in silenzio".

Il coordinamento regionale di Forza Italia Valle d'Aosta contesta la nomina del nuovo commissario dell'Azienda USL della Valle d'Aosta, Massimo Uberti, perfezionata ieri dalla Giunta regionale, che ha contestualmente approvato l'avviso pubblico per l'aggiornamento della lista dei candidati idonei alla nomina di direttore generale.

"Evidentemente i candidati a oggi presenti nella lista degli idonei non hanno soddisfatto le richieste della politica regionale, in barba all'autonomia gestionale e funzionale dell'Azienda USL, che a maggior ragione in un momento di emergenza dovrebbe tendere alla stabilità e non ad aprire una ulteriore fase di precarietà. Ma per qualcuno la scelta migliore è aggiornare tale lista, lo ripetiamo già validata e disponibile, con l'inserimento di colui che, questa volta sì, risponderà ai desiderata".

Si legge ancora nella nota: "Se all'assessore Barmasse non piace nemmeno uno dei candidati giudicati idonei ad assumere la direzione generale dell'Azienda USL della Valle d'Aosta, esponendo tra l'altro la Regione al rischio di ricorsi da parte dei candidati esclusi, ecco che si nomina un commissario, in attesa non si sa di cosa".

La nota polemizza poi con parte dell'opposizione in Consiglio Valle "indifferente al fatto anche se fino a qualche mese fa, per molto meno, si era dimostrata sempre pronta ad alzare la voce e le barricate verso l'assessore di turno", conclude il coordinamento regionale azzurro.

pgc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore