/ CRONACA

CRONACA | 06 luglio 2021, 13:57

Questore Morelli, 'sì a schermi nei locali per vedere la partita ma solo se a norma di legge'

Il questore di Aosta, Ivo Morelli

Il questore di Aosta, Ivo Morelli

"Se muniti di regolare autorizzazione Siae a diffondere programmi televisivi, a nessun gestore di bar sarà chiesto di spegnere i loro schermi purchè posizionati in modo da essere visti solo dalla clientela e non dalla strada creando assembramenti. Tutti devono poter lavorare, certamente, ma nel rispetto delle attuali norme anticovid perchè la pandemia non è ancora vinta". Lo ha detto ad Aostacronaca il questore di Aosta, Ivo Morelli, anticipando la prossima ordinanza che sarà emessa oggi, identica a quella di venerdì scorso, che norma la possibilità di assistere nei dehors dei locali alla partita Italia-Spagna, semifinale degli Europei di calcio 2021. 

I controlli effettuati venerdi scorso, poco prima del match Belgio-Italia, dalla polizia locale in alcuni bar e ristoranti di Aosta, dove gli agenti hanno chiesto senza mezzi termini di stoppare la trasmissione della partita ricevendo più di un diniego, hanno suscitato polemiche e reazioni puttosto animate da parte di diversi titolari di esercizi ricettivi, che si sono sentiti "messi all'angolo ingiustamente quando stavamo solo fornendo un servizio graditissimo ai nostri clienti, ritrovatisi dopo mesi di isolamento tutti insieme davanti a uno schermo a tifare per l'Italia" ha commentato uno di loro. 

"Da parte nostra nessuna intenzione di smorzare il sano entusiasmo per la Nazionale nè tantomeno di frustrare imprenditori già provati dalla crisi di questi mesi - assicura il questore Morelli - le ordinanze emesse in occasione delle trasmissioni delle partite mirano principalmente a due obiettivi: convincere i titolari dei locali a regolare la loro posizione qualora non avessero ottemperato alle regolari autorizzazioni Siae, ma soprattutto evitare assembramenti in strada se gli schermi sono mal posizionati, com'è già accaduto. Capannelli di persone che assistono alla partita dalla strada rappresentano una violazione delle norme antipandemia e un rischio in caso di passaggio di mezzi di soccorso o delle Forze dell'ordine. Ma chi ovvia a questo problema potrà tenere tranquillamente accese le proprie televisioni".

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore