EVENTI E APPUNTAMENTI | sabato 23 febbraio 2019 04:47

EVENTI E APPUNTAMENTI | 25 gennaio 2019, 08:00

Thomas Benedikter ad Aosta per parlare di Autonomia e democrazia diretta

’incontro si svolgerà VENERDÌ 25 GENNAIO 2019 alle ore 17:45 ad AOSTA presso l’HOTEL DES ETATS. Benedikter dialogherà con Alberto Bertin e Elio Riccarand. Coordinerà la serata Chiara Minelli.

Thomas Benedikter ad Aosta per parlare di Autonomia e democrazia diretta

Ospite di Rete Civica VdA, il Sociologo, scrittore e animatore della politica sudtirolese e nazionale, Thomas Benedikter" ci aiuterà - dicono gli organizzatori - a rimettere in fila i nodi che stanno attraversando il dibattitto politico nazionale: l’autonomia e il federalismo, l’introduzione nell’ordinamento di strumenti moderni di democrazia diretta,  il rinnovamento della politica e l’esperienza che viene dalle liste civiche locali ed in particolare  quella di Bolzano dove il “Team Köllensperger” ha raccolto oltre il 15% dei voti".

Thomas Benedikter è nato a Bolzano nel 1957, economista e ricercatore sociale, collabora con istituti di ricerca sociale a Bolzano, in particolare con l’Accademia Europea (EURAC, Istituto per i diritti delle minoranze). Dal 1983 è attivo in organizzazioni di cooperazione internazionale e per i diritti umani. Ha svolto missioni in America Latina, nei Balcani, nel Medio Oriente e nel Sud dell’Asia per vari progetti di cooperazione e di ricerca.  

Ha pubblicato monografie sulle guerre in Kosovo (1998), Nepal (2003) e Kashmir (2005). Nel 2007 è uscito il volume “Autonomie del mondo”. Dal 2000 è impegnato in “Initiative für mehr Demokratie” per una «democrazia diretta compiuta» in Provincia dì Bolzano. E’ stato candidato, nelle recenti elezioni provinciali, con il “Team Köllensperger”.

LA DEMOCRAZIA DIRETTA E LA DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA NON SONO IN ANTITESI Anzi.

Proprio lo sviluppo di un sistema complementare e moderno di democrazia diretta può ridare ruolo ai partiti e senso alla partecipazione politica. Proprio in questi giorni in Parlamento si sta discutendo la legge che introduce il referendum propositivo nazionale. A maggior ragione in una regione come la Valle d’Aosta, afflitta ormai da una crisi politica di sistema. Autonomia non può significare delega e nemmeno ridursi ad una mera difesa di privilegi.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore