/ ECONOMIA

ECONOMIA | 08 aprile 2024, 13:29

Associazioni dei Consumatori preoccupate per tariffe CVA

Chiesto un incontro con il Presidente della Giunta Regionale, Testolin Renzo, per affrontare la situazione delle tariffe energetiche

Associazioni dei Consumatori preoccupate per tariffe CVA

Un 'importante richiesta è stata avanzata al Presidente della Giunta Regionale Testolin Renzo da parte delle seguenti Associazioni dei consumatori - Adiconsum, Adoc, Federconsumatori, che hanno sollevato preoccupazioni riguardo all'offerta della Società C.V.A, finalizzata a compensare il termine del percorso dello sconto del 40% sulla componente energia, il quale è scaduto a dicembre 2023.

La nuova offerta presentata dalla C.V.A, basata sui dati di ottobre 2023 dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera), propone un prezzo bloccato per la componente energia per un periodo di sette anni. Tuttavia, le associazioni ritengono che, considerando l'attuale contesto di mercato, tale offerta non porti benefici significativi ai consumatori C.V.A, specialmente dopo la scadenza degli sconti avvenuta a gennaio 2024.

In un comunicato stampa diffuso due settimane fa, le associazioni hanno già evidenziato un aumento significativo dei costi dell'energia sulle bollette di gennaio 2024 emesse da C.V.A. Di fronte a questa situazione, hanno sollecitato la società a ripristinare il precedente percorso contrattuale del 40% di sconto sulla componente energia. Inoltre, considerando anche la diminuzione generale dei prezzi dell'energia, hanno proposto un'offerta di sconto del 50%.

Le associazioni dei consumatori hanno notato un crescente numero di persone che pongono domande riguardo al proprio contratto C.V.A presso le loro sedi, evidenziando una certa confusione riguardo alla tariffa applicata, con alcune interpretazioni che suggeriscono persino la possibilità di una tariffa variabile.

Per affrontare questa complessa situazione e cercare una soluzione che porti benefici ai clienti C.V.A, le associazioni dei consumatori chiedono un incontro con il Presidente della Giunta Regionale Testolin Renzo. Pur riconoscendo che C.V.A sia un'azienda che opera nel mercato libero e tecnicamente privata, le associazioni ritengono che il ruolo della Regione, in quanto azionista unico di tale società, sia fondamentale e determinante in questa situazione.

La richiesta di incontro con il Presidente della Giunta Regionale è volta a stabilire un dialogo costruttivo al fine di comprendere se è possibile trovare una soluzione che soddisfi le esigenze dei consumatori e riporti benefici ai clienti C.V.A.Un

elca/ba

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore