/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 27 febbraio 2024, 20:13

Piano 2024-2026 degli Interventi Idraulico-Forestali nuovi opportunità occupazionali

Nella mattina del 27 febbraio 2024, la terza Commissione "Assetto del territorio" ha formulato un parere favorevole, in sede consultiva, riguardo al Piano degli interventi per il triennio 2024-2026 del Dipartimento risorse naturali e Corpo forestale

Nella foto con l'Assessore Carrel, il coordinatore del Dipartimento risorse naturali e corpo forestale, Paolo Oreiller, il dirigente della struttura foreste e sentieristica, Jean Claude Haudemand, il dirigente della struttura sistemazioni montane, Massimo Pasqualotto

Nella foto con l'Assessore Carrel, il coordinatore del Dipartimento risorse naturali e corpo forestale, Paolo Oreiller, il dirigente della struttura foreste e sentieristica, Jean Claude Haudemand, il dirigente della struttura sistemazioni montane, Massimo Pasqualotto

Questo importante momento di valutazione e discussione ha visto la partecipazione attiva dei membri della Commissione, che hanno esaminato attentamente le proposte e le prospettive delineate nel Piano. Dopo un'approfondita analisi dei dettagli e delle prospettive offerte dal Piano, la Commissione ha espresso il proprio consenso con una netta maggioranza di 5 voti favorevoli (AV-VdAU, FP-PD, UV, RV) e ha registrato 2 astensioni (Lega VdA, PCP), confermando così l'approvazione consultiva del documento.

Durante la seduta, l'Assessore all'agricoltura e risorse naturali, Marco Carrel, ha illustrato in dettaglio le linee guida e le strategie contenute nel Piano, evidenziandone l'importanza e la coerenza con le politiche regionali volte alla gestione sostenibile e all'ottimizzazione delle risorse naturali. Le informazioni fornite hanno suscitato un vivace dibattito tra i membri della Commissione, che hanno potuto chiarire dubbi e approfondire la comprensione delle implicazioni e degli obiettivi del Piano.

Il Presidente della Commissione, Albert Chatrian (AV-VdAU), ha sottolineato l'importanza degli interventi previsti nel Piano, che comprendono la manutenzione della sentieristica, le sistemazioni idrauliche, la forestazione e la cura del verde pubblico. Queste azioni, condotte direttamente dall'amministrazione, rappresentano un impegno significativo nella protezione e nella valorizzazione del territorio regionale. In particolare, la programmazione annuale prevede l'impiego di 66 operai idraulico-forestali a tempo indeterminato e l'assunzione di 350 operai idraulico-forestali a tempo determinato stagionale per 150 giornate lavorative, garantendo così un costante presidio e una cura attenta delle risorse naturali.

L'approvazione del Piano rappresenta un passo importante verso la realizzazione degli obiettivi strategici del Dipartimento risorse naturali e Corpo forestale, promuovendo al contempo lo sviluppo sostenibile e la tutela dell'ambiente. Le risorse finanziarie allocate per l'attuazione del Piano, pari a 12,5 milioni di euro per il 2024 e a 12,6 milioni annui per il biennio 2025-2026, testimoniano l'impegno della Regione nei confronti di queste politiche e confermano la priorità attribuita alla gestione responsabile delle risorse naturali.

In conclusione, l'approvazione del Piano degli interventi idraulico-forestali per il triennio 2024-2026 rappresenta un momento significativo nell'agenda politica regionale, segnando un passo importante verso la salvaguardia e la valorizzazione del territorio regionale. La Commissione ha svolto un ruolo fondamentale nel processo decisionale, assicurando una valutazione rigorosa e un consenso trasparente sulle misure proposte, e ora il documento sarà sottoposto all'approvazione definitiva della Giunta regionale, in vista della sua piena attuazione.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore