/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 17 novembre 2022, 19:48

Lavevaz guarda all’oggi per il domani que serà serà

Il Consiglio a respinto, con 20 voti di astensione (UV, AV-VdAU, FP-PD, SA, GM, PCP) e 14 a favore (Lega VdA, FI, PlA), una risoluzione dei gruppi Lega VdA, Forza Italia e Pour l'Autonomie

Erik Lavevaz

Erik Lavevaz

Loro: Lega VdA, FI, PlA, ovvero l’opposizione senza PCP, volevano  impegnare la Giunta regionale ad esplicitare in Aula “se sussistano le condizioni necessarie per prendere impegni politici e amministrativi a breve e medio termine nelle materie di rispettiva competenza e responsabilità, nonché sul mantenimento del proprio ruolo all'interno del Governo”.

Laconico Il Presidente Erik Lavevaz: “Ad oggi, siamo in carica e rispondiamo di quello che facciamo e degli atti che approviamo in Giunta: abbiamo approvato il DEFR, abbiamo presentato al Consiglio il bilancio, abbiamo adottato ulteriori misure per sostenere le famiglie e le imprese. Questo, al netto delle evoluzioni politiche che ci potranno essere nei prossimi giorni, che sono oggetto di dibattito politico all'interno dei movimenti. Non c'è un'apertura formale di crisi in quest'Aula”.

E poi sornionamente la sfida come il gatto con il topo: “Un'apertura di crisi che, ricordo, potrebbero fare anche le opposizioni: il nostro ordinamento permette, attraverso la mozione di sfiducia costruttiva, di proporre un nuovo governo. Non dovete aspettare che il Governo cada: se avete un'alternativa, potete farlo in qualunque momento. Con tutte le difficoltà del caso, stiamo portando avanti un dibattito politico non semplice - lo avremmo già risolto se non lo fosse -, ma per quanto riguarda i lavori consiliari e della maggioranza vorrei trovare qualcuno che mi dica che non si stanno portando avanti i dossier e che non si stanno prendendo in carico le problematiche”.

Due a zero e palla al centro.

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore