/ ECONOMIA

ECONOMIA | 23 settembre 2022, 08:58

Modifiche contrattuali unilaterali forniture energia inefficaci fino alla fine di aprile 2023

Anche le modifiche già annunciate potrebbero non essere implementate!

Modifiche contrattuali unilaterali forniture energia inefficaci fino  alla fine di aprile 2023

Il 20 settembre è entrata in vigore una norma nel settore energetico che è stata varata ad agosto: in estate era stato emanato un decreto che nessuna modifica unilaterale dei contratti nel settore energetico può essere applicata fino al 30 aprile 2023. 

Il decreto-legge è stato convertito IL 21-09- 22-in legge (cd “decreto aiuti bis”, GD 115/2022, art. 3), e così il provvedimento diventa permanente. Fino alla fine di aprile 2023, le condizioni dei contratti energetici (luce e gas) non possono essere modificate dal venditore di energia - unilateralmente. 

Molti clienti avevano già ricevuto nei mesi scorsi le notifiche relative alle modifiche previste dal tardo autunno: vale anche per tutti che potrebbero non essere applicate se non sono state implementate prima del 10 agosto 2022.

Questa norma è un salvagente per moltissimi consumatori in quanto molti venditori avevano già iniziato a tempestare di telefonate i loro clienti prospettando modifiche contrattuali negative in termini economici.

Le modifiche contrattuali unilaterali raramente o per nulla portano vantaggi ai consumatori, di solito si traducono solo in costi più elevati.

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore