/ EVENTI E APPUNTAMENTI

EVENTI E APPUNTAMENTI | 12 maggio 2022, 12:00

Gressan, tutto pronto per "Eptagono 2022 - Arborea"

Dal 13 al 20 maggio presenti oltre 24 esponenti del mondo dell'arte e cultura

Nella foto la presentazione della rassegna

Nella foto la presentazione della rassegna

Per 4 giornate, dal 13 al 20 maggio, oltre 24 esponenti del mondo dell’arte e della cultura, locali e nazionali, popoleranno gli spazi rinnovati di Maison Gargantua a Gressan e alcuni luoghi naturali nei dintorni. Qui si susseguiranno, dal mattino fino a sera, in un’atmosfera che lascerà posto anche a momenti conviviali e di incontro, laboratori, riflessioni, proiezioni, reading.

Maison Gargantua sta diventando la nuova culla della cultura per Gressan. E’ uno spazio che è stato concepito proprio per valorizzare l’aspetto culturale del nostro comune. Da una parte è un museo etnografico, dall'altra è sede di una di un’importante scuola di scultura e negli ultimi anni, anche grazie al lavoro dell’Assessore Elisabetta Dugros, sta diventando sede di importanti iniziative” commenta Michel Martinet, sindaco di Gressan.

 “Anche questa seconda edizione è un'opera collettiva che nasce da un'idea condivisa con un gruppo affiatato: Carlo Curtaz, Paolo Salomone, Paola Zaramella, Luciano Barisone, Andrea Damarco ed io abbiamo pensato e immaginato gli eventi in programma, condividendo la poetica che attraversa il Regno delle piante, nella certezza che creare uno spazio e un tempo dove esercitare il pensiero in ogni sua forma sia un servizio fondamentale per la comunità” ha evidenziato Elisabetta Dugros, Assessore alla cultura del Comune di Gressan. 

Il Programma:

Le performance, gli incontri e i momenti conviviali si articolano dal mattino alla sera e si svolgono a Maison Gargantua o in luoghi all’aperto nei dintorni, sempre sul territorio del Comune di Gressan.

Per tutte e quattro le giornate, a cominciare da venerdì 13 maggio, sempre alle 17.30 Paola Zaramella e Luca Moccia della associazione culturale Vertige proporranno “Partiture Arboree”, un reading dedicato ad pianta diversa – nell’ordine l’Edera, la Magnolia, la Quercia e la Ginestra - attraverso le parole d’illustri poeti e scrittori che hanno scritto versi e rivolto pensieri alle piante.

Spazio anche alla convivialità i vini del territorio offerti dalla Proloco durante l’appuntamento “In lieti calici” che si ripete per tutte e quattro le giornate alle 18.30.

Venerdì 13 maggio

Si parte nel teatro di paglia della Collina Morenica Gargantua, dove adrà in scena, al mattino alle 9.30 per le scuole e nel pomeriggio alle 14.30 per tutti, “L’anima sonora degli alberi” un viaggio nei sensi condotto da Renato Poletto, l’uomo che suona con le piante.. E' richiesta la prenotazione al 338.3822886) 

In serata la sala ettagonale di Gargantua ospiterà alle 20.45 la lettura scenica “La Grande Foresta” di Replicante Teatro con Barbara Caviglia e Andrea Damarco tratta dal romanzo breve “Il segreto del Bosco Vecchio” di Buzzati, mentre alle 21.40 lo storico Andrea Désandré proporrà le sue pubbliche riflessioni intitolate “Anima Mundi”.

Lunedì 16 maggio

Seconda giornata di Arborea: grande spazio al mondo dell’audiovisivo e della cinematografia. La mattinata si aprirà con il laboratorio video - “Le passeggiate visionarie” - condotto da Alessandro Stevanon e rivolto alle scuole che si svolge nella corte di Maison Gargantua.

Due proiezioni aperte al pubblico e presentate dal critico e giornalista Luciano Barisone saranno il piatto forte della proposta pomeridiana e serale.

Alle 17 è in programma il film “Alberi” di Michelangelo Frammartino, mentre alle 21 nel Teatro di Paglia viene proiettato, alla presenza del regista, il film “Nos forêts” di Matthieu Chatellier, per la cui visione è richiesta la prenotazione. 

Mercoledì 18 maggio 

Oltre alle riflessioni e agli stimoli culturali, Arborea si propone come una rassegna in cui fare delle cose. La giornata clou dedicata ai laboratori è mercoledì 18 maggio in cui è in programma “L’uomo che piantava gli alberi” un progetto didattico promossa dall’Assessorato regionale all’Ambiente in collaborazione con la Fondazione Natalino Sapegno, dedicato alle scuole primarie dell’Istituzione scolastica Mont Emilius 3.

Alle 14.30 al Teatro di paglia della Collina Morenica Gargantua Enrica Salice, insegnante di yoga e costellatrice familiare, anima “Il tempio arboreo”, un laboratorio dove “fare anima” (è richiesta la prenotazione obbligatoria).

Tra gli appuntamenti più attesi della rassegna c’è l’incontro con Enzo Bianchi, il fondatore della Comunità di Bose di cui è stato priore sino al gennaio 2017, previsto il 18 maggio alle 20.45. “Parlare con gli alberi” è il titolo scelto per l’evento in cui Bianchi proporrà le sue riflessioni accompagnato dai clarinetti di Selene Framarin.

Venerdì 20 maggio

L’ultima giornata di Arborea,  si aprirà con “Passaggi sonori”, un laboratorio a cura di Manuela Filippa ed Enrico Montrosset che coinvolgerà due classi delle scuole primarie di Gressan e di Chevrot con l’obiettivo di sensibilizzare i bambini ad un ascolto consapevole e attivo del paesaggio sonoro.

Il Laboratorio Permanente di Ricerca sull’Arte dell’Attore (LabPerm) di Domenico Castaldo proporrà al pomeriggio il laboratorio “Liturgia” in cui nonni e nipoti faranno insieme pratica di canto, mentre la sera, alle 20.45, porterà in scena lo spettacolo “L’Arte del Vivere e del Morire”.

Il programma delle giornate di 'Eptagono 2022 - Arborea' racconta come i vari appuntamenti, costruiti quest’anno, descrivano la vitalità che ciascuno mette nel proprio lavoro, con la stessa cura e dedizione che ognuno impiega nel 'coltivare' la propria terra. L’obiettivo principale è sicuramente quello di riuscire a produrre un evento che possa rappresentare un 'nutrimento culturale' fatto di esperienze, saperi e conoscenze da condividere e scambiare come beneficio a favore di tutti” - commenta Paola Zaramella dell’Associazione Vertige.

 “Eptagono è una rassegna che intende indagare da più angolature un tema: se l’anno scorso il tema è stato l’acqua in tutte le sue possibili declinazioni, per questa edizione abbiamo scelto il regno verde, la grande rete sotterranea - l’apparato radicale degli alberi che attraversa il mondo in tutta la sua lunghezza - nella quale scorrono le informazioni sulla vita che le piante si scambiano in una condivisione generosa e solidale e che l’uomo ha rozzamente imitato con l’invenzione di internet” ha sottolineato Andrea Damarco direttore artistico di Replicante Teatro durante la presentazione della rassegna che si è svolta venerdì 6 maggio a Maison Gargantua, lo spazio rinnovato attorno a cui ruota Arborea.   

La partecipazione a tutti i laboratori e agli spettacoli è gratuita, ma tenuto conto dei posti e della capienza limitata è necessario prenotare obbligatoriamente al 338.3822886. Per gli appuntamenti serali è previsto un servizio navetta dal piazzale antistante il Comune.

red

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore