/ SANITÀ, SALUTE E STARE BENE

SANITÀ, SALUTE E STARE BENE | 12 gennaio 2022, 19:55

Un decesso ed i positivi dilagano

Il maggior numero di ricoverati covid sono i no vax. Lo ha detto il Presidente della Regione. 10 classi di scuola primaria sono in sorveglianza sanitaria e due classi di scuola media in auto-sorveglianza in quanto è stato segnalato un caso di positività in classe. Covid Italia, oggi 196.224 nuovi casi e 313 morti

Un decesso ed i positivi dilagano

Un nuovo decesso, 622 positivi e 248 guariti. Sono questi i numeri del Covid-19 rilevati nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta. Gli attuali positivi sono 5.541, di cui 5.485 sono in isolamento domiciliare. Sono invece in calo i ricoveri all'ospedale Parini di Aosta: sono 56, di cui 51, due in meno rispetto a ieri, nei reparti ordinari. Le persone in Terapia intensiva sono cinque, anche questo dato è in calo di una unità rispetto alla giornata precedente. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 2.714. I numeri sono contenuti nel bollettino di aggiornamento quotidiano diffuso dalla Regione, sulla base dei dati dell'Usl elaborati dalla protezione civile.

Ricoveri - Lavevaz

I dati sono inequivocabili: la grande maggioranza dei ricoverati è composta da chi ancora non ha aderito alla campagna vaccinale. Il maggior numero ricoverati no vax

Covid e scuole valdostane

 

L’Assessorato dell’Istruzione, Università, Politiche giovanili e Partecipate informa che a seguito di una rilevazione effettuata lo scorso 10 gennaio dalla Sovraintendenza agli studi  nelle scuole valdostane risulta che, per ciò che riguarda il personale docente, il 2,9 per cento è sospeso in relazione all’obbligo vaccinale Covid-19, il 6,2 per cento è assente per quarantena o isolamento Covid-19 e il 6,7 per cento è assente per altri istituti (aspettativa, malattia, per esempio).

Quanto al personale amministrativo, tecnico e ausiliario (Ata): 0,9 per cento è sospeso; 4,5 per cento è assente per quarantena o isolamento; 2,9% è assente per altri istituti.

Inoltre il 5,8 per cento degli studenti risulta in Didattica a distanza (Dad) o in Didattica digitale integrata (Did).

Alla data di ieri, 10 classi di scuola primaria sono in sorveglianza sanitaria e due classi di scuola media in auto-sorveglianza in quanto è stato segnalato un caso di positività in classe. Infine, 2 sezioni di scuola dell’infanzia e 3 classi di scuola primaria sono state poste in quarantena e una classe di scuola media sta svolgendo la Didattica digitale integrata in quanto sono stati segnalati due casi di positività nella classe.

“Lo sforzo per mantenere le scuole aperte è corale e deriva dalla consapevolezza che passare tutti in Dad sarebbe una scelta in questa fase contraria ad una politica che in Valle d’Aosta è stata perseguita con convinzione a beneficio degli studenti”, spiega l’Assessore Luciano Caveri.

“Conosco le difficoltà e lo sforzo dei diversi soggetti nelle scuole – prosegue l’Assessore Caveri -  e l’incontro di oggi con i dirigenti scolastici, così come la presa d’atto dei dati già avvenuto in queste ore, serve per monitorare gli eventi. Il mondo della scuola segue le scelte sanitarie e questa pandemia ancora incombente comporta un evidente stress e preoccupazione per tutti. Ma bisogna avere bene in testa che la scuola, pur con qualche rischio, resta un servizio pubblico essenziale”.

 

Covid Italia, oggi 196.224 nuovi casi e 313 morti

Le ultime notizie in tempo reale sul Covid in Italia e nel mondo, gli aggiornamenti di mercoledì 12 gennaio 2022. Oggi 196.224 nuovi casi e 313 morti. La richiesta degli esperti al governo: "Basta bollettino quotidiano dei contagi, è ora di cambiare". Salmaso: "Tanti decessi potrebbero dipendere da inefficienze sistema sanitario". Agenas: l’occupazione dei reparti sale al 27%, intensive al 18% (era l'11% il 24 dicembre). In crescita 13 regioni. Super green pass dal 10 gennaio esteso dai trasporti ai ristoranti. La scuola “sarà l'ultima a chiudere”, ha assicurato il ministro Bianchi e, se servirà, “si prolungherà l'anno”. Vaccini, ieri nuovo record di somministrazioni: sfiorata quota 700 mila.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore