/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 27 novembre 2021, 10:41

Via libera al protocollo per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Aosta

Presidente Lavevaz, 'potremo abbattere le barriere architettoniche, in sinergia con l’incremento dei servizi di assistenza ai viaggiatori a mobilità ridotta'

Via libera al protocollo per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Aosta

"Soddisfazione" è espressa in una nota dalla Regione per la sottoscrizione, tra il Comune di Aosta e Rete Ferroviaria Italiana, del Protocollo d'intesa per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Aosta.

Il protocollo, si legge, "costituisce un passaggio fondamentale all’interno di un percorso di riqualificazione del sistema ferroviario ed è il risultato di una proficua attività di dialogo portata avanti negli ultimi anni nei diversi tavoli tecnici in essere tra l’Amministrazione regionale, quella comunale ed il gestore ferroviario".

Inoltre, "i confronti con Rfi, sviluppati negli anni dall’Amministrazione, hanno permesso di porre le basi per un risultato che permetterà di risolvere criticità che da tempo sono state oggetto di attenzione".

L’intervento, che comprende il prolungamento del sottopasso ferroviario al di sotto di via Carrel, consente di raggiungere agevolmente l’autostazione, senza barriere ed evitando di attraversare la strada, e contribuisce così a realizzare un nodo intermodale in cui convergono i principali servizi di trasporto pubblico.

“L’iniziativa - evidenzia il Presidente della Giunta, Erik Lavevaz (foto a lato), in qualità di assessore ad interim all’Ambiente, Trasporti e Mobilità Sostenibile - consentirà finalmente di abbattere le barriere architettoniche nella stazione di Aosta, in sinergia con l’incremento dei servizi di assistenza ai viaggiatori a mobilità ridotta previsti dal contratto di servizio con Trenitalia. Inoltre la disponibilità di un percorso senza barriere tra treno e bus renderà il trasporto pubblico più agevole e sicuro per gli studenti, i pendolari ed i viaggiatori che portano bagagli, o anche semplicemente un passeggino, a beneficio dell’intero sistema di trasporto regionale”.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore