/ CRONACA

CRONACA | 12 ottobre 2021, 13:30

Alessandra Fanizzi nuova Presidente di Soroptimist International Club valle d’Aosta

Lunedì11 ottobre, nel corso di una conviviale, si è insediata la nuova Presidente del Soroptimist International Club Valle d’Aosta, Alessandra Fanizzi che succede Vanna Naretto al termine del mandato biennale

A destra Alessandra Fanizzi prende le consegne da Vanna Naretto

A destra Alessandra Fanizzi prende le consegne da Vanna Naretto

Un biennio, connotato dalla pandemia, ma nonostante ciò,  molto vivace e ricco di progetti, mirati anche a dare enfasi ad una  ricorrenza assai speciale, quella del Centenario del Soroptimist International, nato a Oakland in California nel 1921.

D’altronde,  la carica di vitalità e di impegno della presidente Naretto è nota e si è profusa in ogni possibile ambito: dal progetto “Oasi delle Api”  adottato a livello nazionale proprio per celebrare i 100 anni del CLUB, a quello dell’educazione finanziaria per donne fragili di concerto  con la Banca d’Italia; al Baby Pit Stop in alta quota, in collaborazione con l’Unicef, per il cura dei  bambini che salgono  con Sky Way al Monte Bianco, sino al recente mercatino Vintage,  il cui ricavato di 5.500 euro andrà alle donne afgane che verranno  accolte nella nostra Valle per la loro accoglienza e formazione.

Tante altre sono state poi le iniziative  messe in campo  per superare le  criticità dovute al Covid, tra cui ricordiamo il Progetto “Emozioni in acqua”, dedicato al supporto finanziario delle famiglie con ragazzi disabili bisognosi di terapie in acqua e che ha visto diventare, prima in Italia,  “assistente bagnanti” una  ragazza non udente: a finanziarlo ha provveduto  il fondo “Per tornare a sorridere dopo il pianto”, frutto di una convenzione siglata tra alcuni Club service, tra cui il Soroptimist Valle d’Aosta, con il sostegno della Fondazione Comunitaria. Troppo lungo sarebbe elencare tutte le attività svolte, ma non si possono certo  dimenticare le molteplici iniziative promosse dal Club contro la violenza e la discriminazione di genere che è e rimane il punto focale del Club .

Sono stati due anni di grande impegno, ha ricordato la Presidente Naretto, che mi hanno dato tante soddisfazioni e  permesso di conoscere a fondo la realtà regionale e i suoi bisogni. Ma tengo a sottolineare che quello che è stato fatto è frutto di una azione di squadra, cui le socie del Club hanno partecipato con dedizione e impegno. Desidero quindi ringraziarle di cuore per il supporto ed il sostegno che mi hanno offerto con grande amicizia e “sorellanza”, senza mai tirarsi indietro. Ho solo un rimpianto – ha aggiunto- non aver potuto vivere direttamente l’esperienza del Premio Internazionale “La Donna dell’anno”, ma mi auguro che finito il periodo del Covid, il Consiglio Regionale possa riprendere in mano questa iniziativa che ha dato tanto alla Valle d’Aosta e al Soroptimist, portando il nome della nostra Regione nel mondo e facendo conoscere realtà di donne meravigliose che hanno trasformato la loro vita in un dono e in un esempio di solidarietà.

La neopresidente, Alessandra Fanizzi, avvocata civilista e amministrativista, dopo un simbolico abbraccio a tutte le socie, ha evidenziato come il percorso compiuto sinora dal Soroptimist abbia dato pregevoli frutti con una ricaduta rilevante sul tessuto sociale della nostra regione.

“Cercherò di continuare su questa via avendo sempre come faro il raggiungimento degli ideali e delle finalità della nostra Associazione. La mia professione costituisce sicuramente una finestra privilegiata sulla conoscenza della realtà che ci circonda e sulle difficoltà che in questo momento la connotano, non soltanto dal lato economico ma soprattutto dalla mancanza di punti di riferimento e dall’assenza di ideali e stimoli che possano far presagire un futuro migliore. Bisogna superare l’indifferenza che permea la nostra società – ha aggiunto - e aiutare a fare sì che tornino la voglia di reagire e combattere per una vita più equa e solidale. Noi Soroptimiste non abbiamo la pretesa di  rivoluzionare il mondo ma quella di continuare,  passo dopo passo,  a seminare cercando con i nostri progetti di risvegliare la coscienza che è in tutti noi!”

******

Il Soroptimist International, Associazione mondiale di donne impegnate in attività professionali e manageriali, è una voce universale per le donne che si esprime attraverso la presa di coscienza, il sostegno e l’azione.

Il Soroptimist sostiene i Diritti Umani per tutti, la pace nel mondo e il buonvolere internazionale, il potenziale delle donne, la trasparenza e il sistema democratico delle decisioni, l’accettazione delle diversità, lo sviluppo sostenibile, il volontariato e l’amicizia.

Le Soroptimiste realizzano progetti, promuovono azioni, e creano opportunità attraverso la rete globale delle socie e la cooperazione internazionale affinché tutte le donne possano attuare il loro potenziale individuale e collettivo, realizzare le loro aspirazioni e creare nel mondo forti comunità pacifiche.

Soroptimist Maria Paola Battistini Varda/ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore