/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 17 settembre 2021, 17:12

Sarà abbattuto e ricostruito il 'Manzetti' di Aosta

La progettazione è stata affidata con procedura aperta al raggruppamento temporaneo formato dalla Copaco srl, dalla Icis srl, dall'architetto Ianigro, dalla Pastoret Engineering & Consulting srl

Sarà abbattuto e ricostruito il 'Manzetti' di Aosta

Lo storico Istituto tecnico 'Innocenzo Manzetti' di Aosta sarà abbattuto e ricostruito. La giunta regionale ha affidato oggi tramite delibera la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

"La realizzazione del nuovo istituto Manzetti valorizza l'intero progetto di recupero del Saint-Bénin- afferma l'assessore alle Opere pubbliche, Carlo Marzi- è un intervento che, grazie alla creazione di una nuova piazza e di nuovi percorsi fruibili, apre dopo lungo tempo l'area del Saint-Bénin alla città, collegandola al cuore del centro storico del capoluogo, da piazza Deffeyes sino a piazza Chanoux e oltre, arricchendo e rinnovando l'immagine del centro cittadino. La nuova realizzazione, unita a quella del recupero del Saint-Bénin che mantiene la sua forte impronta antica, riporta questa parte storica della città in relazione diretta con la popolazione e nuovamente al centro delle dinamiche culturali e sociali".

La progettazione è stata affidata con procedura aperta al raggruppamento temporaneo formato dalla Copaco srl, dalla Icis srl, dall'architetto Ianigro, dalla Pastoret Engineering & Consulting srl. I professionisti hanno optato per il nuovo edificio, una soluzione che "consente flessibilità sia dal punto di vista architettonico, sia funzionale, e un ottenimento di elevati standard in termini prestazionali sotto il profilo strutturale e sismico, impiantistico, energetico e acustico, non comparabili con quelli ottenibili con un mero intervento di ristrutturazione, garantendo così una maggiore qualità finale dell'opera", si legge in una nota della Regione.

L'edificio sarà di quattro piani fuori terra, destinati alle aule, con un piano interrato che ospiterà l'aula magna e una palestra fruibile anche da utenti esterni, oltre a laboratori, depositi e archivi e un piano terreno in continuità con lo spazio pubblico, destinato ai servizi amministrativi e alle aule speciali. "Il nuovo fabbricato risulterà molto performante dal punto di vista energetico, da considerarsi quasi autosufficiente- conclude l'assessore Marzi-, oltre a raggiungere un alto livello di comfort anche attraverso l'ottimizzazione degli spazi e un utilizzo attento della luce naturale e delle componenti edilizie impiegate".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore