/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 13 luglio 2020, 12:08

Scuole di montagna, crescono i 'semi' del Progetto Erasmus piantati in Valle

Scuole di montagna, crescono i 'semi' del Progetto Erasmus piantati in Valle

Si terrà lunedì 13 luglio alle ore 14,30, sulla pagina Facebook dedicata al progetto 'GREEN S.E.E.D.S'., la conferenza streaming 'Scuole di montagna e delle piccole isole: dall’Europa, insegnanti a confronto'.

Il progetto 'GREEN S.E.E.D.S., di cui l’assessorato regionale dell'Istruzione è partner, "si propone di contribuire alla rottura dell’isolamento delle scuole dei contesti più decentrati- si legge in una nota - in montagna e nelle isole minori, cercando di contrastare il rischio che il loro isolamento geografico possa tradursi in isolamento culturale".

Scopo del progetto è far dialogare alunni che, pur lontani geograficamente, condividono realtà socio-ambientali affini, attraverso la costruzione e sperimentazione di un metodo che si propone come modello di interazione a distanza tra classi di Paesi diversi.

Nel corso della conferenza saranno presentati gli esiti della formazione on line, realizzata dall’Università di Vigo (Spagna), destinata ai docenti delle scuole coinvolte nel progetto. Per la Valle d’Aosta, interverrà la professoressa Alice Dalle, dell’Istituzione scolastica “Abbé J. M. Trèves” di Saint-Vincent,  scuola selezionata per partecipare a 'GREEN S.E.E.D.S.'.

Nella seconda fase del progetto, infatti, gli alunni delle classi implicate realizzeranno supporti didattici destinati a compagni di contesti urbani che, attraverso gemellaggi fra scuole, saranno formati in modalità peer-to-peer. Per l’interazione tra classi, si è scelto il tema dell’ambiente che si inserisce coerentemente nell’attuale momento storico, in cui gli adolescenti di tutta Europa stanno acquisendo maggiore consapevolezza e si stanno mobilitando.

"Con questo progetto europeo - afferma l’assessora Chantal Certan - si valorizzano le scuole di montagna presenti sul nostro territorio, per le quali l’Amministrazione regionale ha sempre avuto grande attenzione. Da realtà da salvaguardare, esse diventano luoghi di formazione ambientale per alunni che vivono in contesti urbani grazie al forte legame con l’habitat naturale in cui vivono e si propongono come precursori per la creazione di una 'Rete Europea delle Scuole di Montagna e delle Isole Minori' che è l’obiettivo finale del progetto".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore