/ CRONACA

CRONACA | 22 maggio 2020, 16:39

Sequestrate da Dogana e carabinieri 240 bottiglie di Genepì

PRUDENZA IL CORONAVIRUS E' IN AGGUATO -

Sequestrate da Dogana e carabinieri 240 bottiglie di Genepì

I funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli (Adm) di Aosta e i militari del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare di Torino hanno sequestrato 240 bottiglie Genepì considerate non idonee alla vendita. L'operazione rientra tra le attività di controllo dell'Agenzia volte a garantire l'indicazione geografica protetta 'Genepì del Piemonte' e prende le mosse da una serie di accertamenti tecnico-analitici effettuati dal Laboratorio chimico delle dogane di Torino.

Dall'analisi delle bottiglie vendute da un imprenditore valdostane in due casi è stata scoperta una concentrazione di tujone (un elemento del terpene che è un composto chimico naturale presente nella pianta) superiore al limite consentito dalle vigenti disposizioni Unione Europea e, in un altro caso, la presenza di cannabinoidi caratteristici della specie Cannabis, il cui uso a fini alimentari è tassativamente vietato dall'attuale disciplina nazionale.

Il tujone se assunto in quantitativi superiori al previsto può avere effetti neurotossici. Le bottiglie sono state poste sotto sequestro preventivo ed è stata trasmessa una segnalazione di reato alla procura di Aosta.

ansa-rava

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore