/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 26 ottobre 2017, 11:07

Il satellite per diagnosticare le criticità degli sbarramenti artificiali

Nella foto Cva la diga del Gabiet

Nella foto Cva la diga del Gabiet

La Valle d’Aosta si dota di un nuovo sistema satellitare per valutare la vulnerabilità degli sbarramenti artificiali e degli impatti a seguito di rottura dei medesimi. “Lo faremo – spiega l’assessore alle Opere pubbliche, Mauro Baccega - attraverso la realizzazione di specifiche ed innovative attività di monitoraggio e definizione di scenari di evento”. L’iniziativa rientra tra le attività previste dal progetto interreg ALCOTRA 2014/20 denominato RESBA (REsilienza degli SBarramenti Artificiali) di cui la Struttura opere idrauliche RAVA è capofila con un partenariato composto da Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Politecnico di Torino e IRSTEA (Institut national de recherche en sciences et technologies pour l'environnement et l'agriculture - FR).

“L’attività di monitoraggio – precisa Baccega (nella foto) - interesserà 4 sbarramenti artificiali valdostani per innevamento ubicati all’interno dei comprensori sciistici nei comuni di Valtournenche, Gressoney-Saint-Jean, Gressan e La Thuile”. Attraverso le tecniche innovative dell’interferometria satellitare SAR (Syntetic Aperture Radar - costellazione Cosmosky Med in banda X) verranno effettuate, nell’arco della durata del progetto (3 anni), misurazioni periodiche con cadenza di circa 10 giorni al fine di valutare il comportamento delle strutture di stoccaggio della risorsa idrica nel tempo e condividere la metodologia utilizzata in ambito transfrontaliero.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore