EVENTI E APPUNTAMENTI | lunedì 24 giugno 2019 20:27

EVENTI E APPUNTAMENTI | 26 aprile 2019, 10:32

Dreaming Folk E La Clicca di Aosta in concorso (VIDEO)

Anteprima Italiana al Valsusa Film Festival (TO) e a Isola Vicentina in DOC (VC) Selezione nel programma nazionale “Corti a Scuola 2019” promosso da Centro Nazionale del cortometraggio, MIUR e MIBAC. Regia Alessandro Stevanon prodotto da La Clicca de Saint-Martin-de-Corléans

Dreaming Folk E La Clicca di Aosta in concorso (VIDEO)

Dreaming Folk documentario diretto da Alessandro Stevanon e prodotto da Marco Vigna per La Clicca de Saint-Martin-de-Corléans di Aosta in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Valle d’Aosta e con il sostegno del Consiglio regionale della Valle d’Aosta, Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta, I.Ri.Fo.R. - sezione della Valle d’Aosta, Association culturelle Comité des Traditions Valdôtaines e da 140 sostenitori privati,  sarà presentato in anteprima italiana al Valsusa Film Festival in Concorso nella sezione “Le Alpi” (Condove e Chiomonte, Torino, 17-27  aprile 2019) e a Isola Vicentina in DOC (Isola Vicentina, Vicenza, il 3 maggio 2019).

Il film, il cui protagonista è il poliedrico Luca Casella, è stato realizzato nel 2018 all’interno del progetto “CLICHÉ. Il folklore in un altro senso” ideato da Marco Vigna in occasione delle iniziative per i 60 anni di attività del gruppo folkloristico La Clicca di Aosta. Il progetto è stato un unicum nel contesto regionale, nazionale e internazionale e ha avviato con successo una sperimentazione in grado di unire folklore e disabilità visiva per generare un dialogo paritario e inclusivo.   Il documentario, per il suo contenuto e nel pieno rispetto delle finalità del progetto “CLICHÉ.

Il folklore in un altro senso”, è inoltre il primo film valdostano realizzato con audiodescrizione. L’audiodescrizione è una tecnica relativamente recente che consente di rendere accessibili alle persone cieche o ipovedenti prodotti audiovisivi e consiste nella creazione di una traccia audio aggiuntiva che esplicita tutti gli elementi visivi a cui la persona ipovedente o non vedente non può avere accesso, quali costumi, setting, colori, espressioni facciali, caratteristiche fisiche ed azioni.

Il XXIII Valsusa Film Festival è un festival poliartistico sui temi del recupero della memoria storica e della difesa dell'ambiente che da 22 anni anima un territorio aperto all'incontro e al confronto culturale con una sua struttura consolidata che prevede, oltre alla proiezione delle opere cinematografiche in concorso, anche numerosi eventi collaterali a cavallo tra letteratura, cinema, musica e impegno civile. Un festival itinerante divenuto nel corso degli anni un importante presidio culturale, grazie al suo radicamento nel territorio ottenuto coinvolgendo scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone con l’obiettivo di promuovere cultura e di dare ampio spazio alle nuove generazioni e ad eventi che aiutino a riflettere e a cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.

Toccherà poi a Isola Vicentina in DOC a ospitare la settimana successiva la pellicola valdostana. Un progetto ambizioso, una sfida lanciata in nome della cultura cinematografica organizzata dell’associazione Culturale IsArt, con la collaborazione del Comune di Isola Vicentina e RaiCinema.

La rassegna è curata da Luca Dal Molin, organizzatore anche della Biennale del cortometraggio di Vicenza, ed è una raccolta di alcuni film documentari straordinari realizzati da autori diventati ormai famosi nel firmamento della settima arte.

Inoltre il documentario è stato inserito nel programma nazionale “Corti a Scuola 2019” promosso dal Centro Nazionale del Cortometraggio e realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC che riunisce diversi cortometraggi italiani contemporanei per consegnare strumenti essenziali, attraverso proiezioni nelle scuole secondarie di I e II grado di tutta Italia, affinché i ragazzi possano avere un punto di partenza da cui costruire quello che, con il tempo e la formazione, diverrà il loro sguardo unico e personale sulle immagini e sul mondo.

Distribuito dalla valdostana Long Neck Doc, il film è già programmato in altri importanti festival e in prestigiosi eventi all’estero di cui però al momento non è ancora possibile comunicarne i dettagli.

red. spe.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore