Governo Valdostano | sabato 23 novembre 2019 03:51

Governo Valdostano | 03 aprile 2019, 08:58

Verso un percorso europeo per l'Area megalitica di Saint-martin de Corléans

Verso un percorso europeo per l'Area megalitica di Saint-martin de Corléans

Termina oggi e ha preso avvio martedì 2 aprile, al Forte di Bard, l’evento che lancerà il Programma Routes4U per la Strategia europea per la Regione alpina (EUSALP), organizzato dalla Regione in collaborazione con l’Istituto europeo degli Itinerari culturali del Consiglio d’Europa.

La scelta, da parte dell’Amministrazione regionale, è ricaduta sul Forte di Bard perché proprio questo complesso fortificato sorge lungo il tracciato di un Itinerario culturale già certificato dal Consiglio d’Europa: la via Francigena.

La 'due giorni' al Forte, che coinvolge tutti i soggetti interessati al deposito di una o più candidature volte all’allargamento di itinerari già certificati e alla definizione di nuovi itinerari culturali, che coinvolge buona parte dei territori collegati alla strategia macroregionale alpina (EUSALP), è per la Valle d’Aosta un’occasione per promuovere il proprio territorio a livello internazionale, in particolare l’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans.

Il dossier relativo ai nuovi itinerari culturali, oggetto delle due giornate di lavoro al Forte di Bard, si situa nell’ambito del Programma Routes4U, un programma congiunto tra il Consiglio d'Europa e la Commissione europea (Direzione generale Politica regionale e urbana) con durata fino all’anno 2020. Routes4U mira, infatti, a promuovere lo sviluppo regionale, attraverso gli Itinerari culturali del Programma del Consiglio d'Europa nelle quattro macro-regioni dell'Unione europea.

L'iniziativa "rappresenta un’opportunità per costruire delle solide relazioni internazionali  -  si legge in una nota della Regione - e per  promuovere le numerose eccellenze naturalistiche e culturali della Valle d’Aosta, sia all’interno di nuovi itinerari culturali che possono svilupparsi nell’area alpina, sia nell’ambito di itinerari culturali già certificati dal Consiglio d’Europa, come la Via europea del Megalitico, l’Itinerario di San Martino di Tours e Iter vitis, il Cammino della vigna".

L’Amministrazione regionale è sempre più convinta che "attraverso il patrimonio culturale, si possono costruire politiche di crescita e di sviluppo sociale locale, e grazie all’immensa e diversificata offerta turistica valdostana, questo obiettivo è sempre più vicino2.

L'evento si inserisce nell’ambito delle iniziative organizzate in relazione alla Presidenza italiana, dell’anno 2019, relative alla Strategia europea per la regione alpina (EUSALP), così come l’appuntamento del 23 e 24 maggio sul tema degli 'Smart villages', dove la montagna ha, ancora una volta, un ruolo centrale.

L'auspicio, conclude la nota "è che l’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans possa essere, prossimamente, inclusa all’interno dell’Itinerario del Megalitico, affinché si possa così migliorare, in maniera significativa, la visibilità internazionale del sito archeologico".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore