/ Le Messager Campagnard

Le Messager Campagnard | 07 aprile 2024, 11:20

Vinitaly 2024: Vetrina eccellente per l'eccellenza enologica della Valle d'Aosta

Il Consorzio Vini Valle d'Aosta ha annunciato con gioia la sua partecipazione alla rinomata fiera Vinitaly 2024, in programma a Verona dal 14 al 17 aprile

Vinitaly 2024: Vetrina eccellente per l'eccellenza enologica della Valle d'Aosta

La presenza conferma l'impegno costante della regione nella promozione dei suoi vini di alta qualità sul mercato globale, rappresentando un'opportunità senza precedenti per esporre le eccellenze enologiche della Valle d'Aosta a un vasto pubblico internazionale.

L'evento, considerato uno dei più prestigiosi nel panorama vinicolo internazionale, offrirà al Consorzio Vini Valle d'Aosta la piattaforma ideale per presentare una selezione esclusiva dei suoi vini provenienti da diverse denominazioni, ognuna caratterizzata da terroir unici e tradizioni secolari.

Vinitaly attrae un pubblico diversificato, composto da professionisti del settore, esperti, giornalisti e appassionati provenienti da tutto il mondo. Presso lo stand del Consorzio (Padiglione 12, Stand A3-B3-C3), i visitatori avranno l'opportunità di degustare i pregiati vini della Valle d'Aosta e di immergersi nell'atmosfera ricca di sapori e tradizioni che caratterizzano la regione.

Il Presidente del Consorzio Vini Valle d'Aosta, Vincent Grosjean, esprime il suo entusiasmo per questa partecipazione: "Siamo lieti di ritornare a Vinitaly e di presentare le nostre straordinarie etichette vinicole. La Valle d'Aosta, pur con le sue dimensioni modeste, vanta una grande ricchezza di terroir e varietà viticole uniche. Vinitaly rappresenta per noi un'opportunità unica per far conoscere al mondo la nostra produzione vinicola artigianale e di alta qualità."

Ma Vinitaly non sarà solo un'occasione di degustazione, bensì anche un momento di approfondimento e scambio di conoscenze. Il Consorzio Vini Valle d'Aosta organizzerà una serie di eventi speciali durante l'evento, tra cui Masterclass guidate condotte dall’Associazione Italiana Sommelier Valle d’Aosta in collaborazione con l’Assessorato Agricoltura e risorse naturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta. Queste sessioni forniranno un'opportunità unica di esplorare le peculiarità dei vini della Valle d'Aosta, evidenziando le loro caratteristiche distintive e il legame profondo con il territorio.

Il programma delle Masterclass sarà ricco e variegato, offrendo approfondimenti su diverse tipologie di vini della regione. Si inizia domenica 14 aprile con una panoramica della Vallée d’Aoste DOC, seguita da un focus sul Pinot Noir in Valle d’Aosta. Lunedì 15 aprile si discuterà del Moscato di Chambave e del Blanc de Morgex et de La Salle. Martedì 16 aprile sarà la volta della Petite Arvine e del Petit Rouge, per concludere con un'analisi del Nebbiolo in Valle d'Aosta.

Queste Masterclass rappresentano un'opportunità imperdibile per approfondire la conoscenza dei vini della Valle d'Aosta, guidati da esperti del settore e produttori locali.

In aggiunta alle Masterclass, il Consorzio organizzerà incontri B2B con operatori del settore interessati a scoprire le opportunità di collaborazione con i produttori della regione, consolidando così ulteriormente il posizionamento dei vini della Valle d'Aosta sul mercato internazionale.

La partecipazione del Consorzio Vini Valle d'Aosta a Vinitaly 2024 rappresenta un momento di celebrazione e valorizzazione dell'eccellenza enologica della regione, confermando il ruolo di protagonista che la Valle d'Aosta riveste nel panorama vinicolo internazionale.

 

Il programma ricco e variegato delle Masterclass:

Domenica 14 aprile 2024

Ore 10,30 

Masterclass Vallée d’Aoste DOC: Panorama generale della DOC più alta d’Europa

Cave Gargantua: Pinot Gris 2022

Chateau Feuillet: Petite Arvine 2023

Di Barrò: Vuillermin 2022

Cave Onzes Communes: Torrette 2022

Institut Agricole Régional: Fumin 2021

Feudo di San Maurizio: Mayolet 2021

Ore 14,30

Pinot Noir in Valle d’Aosta: vitigno internazionale che trova nell’impervia Valle d’Aosta una sua espressione caratteristica

Grosjean – Pinot Noir 2022

Rosset - Pinot Noir 2021

Cave Onzes Communes – Pinot Noir 2021

Lo Triolet – Pinot Noir 2018

Ottin - Pinot Noir Emerico 2016

Grosjean – Pinot Noir 1998

Lunedì 15 aprile 2024
Ore 10.30
Il Muscat de Chambave: Il moscato di montagna; focus sulla sua versatilità in varie tipologie

La Crotta di Vegneron – Muscat Miniere 2022

Rosset Terroir – Muscat 2021

Rosset Terroir - Muscat 2019

La Crotta di Vegneron – Muscat 2017

La Vrille – Muscat 2010

La Crotta di Vegneron – Muscat 2009

Ore 16.00
Il Blanc de Morgex et de La Salle: il vino prodotto dai vigneti più alti d’Europa; focus sulla sua versatilità, dallo spumante alla vendemmia tardiva e la sua evoluzione nel tempo

Pavese – Blanc de Morgex et La Salle 2022

Cave Mont Blanc – Blanc de Morgex et La Salle  Landeren 2017

Cave Mont Blanc – Blanc de Morgex et La Salle  Spumante 2013

Vevey Albert – Blanc de Morgex et La Salle  2014

Pavese – Blanc de Morgex et La Salle 2014

Cave Mont Blanc – Chaudelune 2004

Martedì 16 aprile 2024
Ore 10.30
La Petite Arvine, vitigno autoctono dell’Arco Alpino che trova in Valle d’Aosta la sapidità e la verticalità dell’alta quota - Analisi delle sue espressioni e della sua longevità
Di Barrò – Petite Arvine 2022

Cave Onze Communes – Petite Arvine Miniera 2021

Ottin – Petite Arvine 2016

Chateau Feuillet – Petite Arvine 2012

Les Cretes – Petite Arvine 2009

Ore 14.30

Il Petit Rouge, vitigno autoctono valdostano e la sua espressione in Valle d’Aosta; Come i Terroir di Arvier, del Torrette, di Nus e Chambave ne esprimono le migliori potenzialità

Coenfer – Enfer d’Arvier 2019

D&D – Torrette 2022

La Source - Torrette Supérieur 2018

Didier Gerbelle – Petit Rouge 2022

Lo Triolet – Nus 2017

La Crotta di Vegneron – Chambave Rouge Supérieur 2021

Ore 16.30
Il Nebbiolo in Valle d’Aosta: Donnas, Arnad Montjovet e la riscoperta del Clairet

Caves de Donnas – Donnas Superieur 2017

Pianta Grossa – Donnas 2020

Bonin - Arnad Monjovet 2022

Feudo di San Maurizio – Rouge 2020

Grosjean – Clairet

pi/elca

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore