/ Salute in Valle d'Aosta

Salute in Valle d'Aosta | 15 marzo 2024, 11:15

Arcigay Vda e Ausl Vda unite per la salute mentale e l'inclusione

Firmata la convenzione tra l’associazione Arcigay Valle d’Aosta Queer Vda e il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL della Valle d’Aosta. Il rapporto di collaborazione è mirato a fornire ascolto, supporto

Arcigay Vda e Ausl Vda unite per la salute mentale e l'inclusione

Un passo significativo verso l'inclusione e l'ascolto attivo è stato compiuto con la firma della convenzione tra l'associazione Arcigay Valle d'Aosta Queer Vda e il Dipartimento di Salute Mentale dell'Azienda USL della Valle d'Aosta. Questa collaborazione, mirata a fornire sostegno e inclusione a tutte le persone LGBTQIA+ e ai loro familiari, rappresenta un importante punto di svolta nella lotta contro lo stigma e la solitudine.

La convenzione consentirà ai volontari di Arcigay Valle d'Aosta Queer Vda di offrire ascolto e supporto a persone assistite, parenti e amici che si rivolgono al Dipartimento di Salute Mentale. Questo servizio di supporto è pensato per coloro che stanno affrontando difficoltà legate all'affermazione e all'accettazione della propria identità e orientamento sessuale, così come per coloro che subiscono violenze e discriminazioni. L'obiettivo primario è ridurre la stigmatizzazione e prevenire comportamenti suicidari, un problema purtroppo diffuso anche nella comunità queer della Valle d'Aosta.

Charlène Rolland, responsabile salute di Arcigay Valle d'Aosta, sottolinea l'importanza di questa collaborazione nel contesto della lotta all'omobitransafobia. Questo accordo non solo si impegna a garantire una sanità inclusiva attraverso il dialogo con le istituzioni del servizio sanitario nazionale, ma si propone anche di offrire spazi sicuri di ascolto e accoglienza per tutti i membri della comunità LGBTQIA+ e le persone a loro vicine.

La dott.ssa Anna Maria Beoni, Direttrice del Dipartimento di Salute Mentale dell'Azienda USL, spiega che l'obiettivo della convenzione è creare una rete di sostegno per affrontare i problemi legati all'affermazione dell'identità di genere e prevenire situazioni di disagio che potrebbero portare a comportamenti suicidari. Questo modello innovativo di integrazione tra professionisti sanitari e volontari è già consolidato in altre regioni italiane ed è essenziale per offrire un supporto completo ai pazienti e alle loro famiglie.

I volontari di Arcigay Valle d'Aosta saranno attivamente coinvolti nei percorsi clinici, lavorando a stretto contatto con i professionisti sanitari per garantire un supporto efficace e compassionevole. L'obiettivo è promuovere il pieno controllo della salute e del benessere delle persone LGBTQIA+, nonostante le disuguaglianze sociali che ancora persistono.

Questa partnership rappresenta un importante passo avanti verso una sanità pubblica più inclusiva e sensibile alle esigenze della comunità LGBTQIA+. La presenza attiva delle associazioni locali nei percorsi di cura è fondamentale per creare un ambiente di salute e benessere su tutto il territorio regionale.

pi/elca

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore