/ CULTURA

CULTURA | 21 febbraio 2024, 14:02

BLACK HISTORY MONTH - Storie da ricucire

Dal 6 al 9 marzo 2024, arriva ad Aosta la prima edizione di una rassegna culturale che unisce teatro, musica e cinema per celebrare l’importanza delle persone e degli eventi nella storia della diaspora africana. L’ospite d’eccezione è Danielle Frederique Madam, 5 volte vincitrice dei campionati italiani giovanili nel getto del peso

BLACK HISTORY MONTH - Storie da ricucire

La cooperativa La Melagrana, l’associazione AIACE VDA e Palinodie organizzano dal 6 al 9 marzo 2024 la prima edizione della rassegna “Black History Month - Storie da ricucire”, per celebrare l’importanza delle persone e degli eventi nella storia della diaspora africana. La rassegna, nata sul solco della ricorrenza osservata negli Stati Uniti, Canada e Regno Unito durante il mese di febbraio e organizzata con il sostegno del Comune di Aosta, Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta, Fondation Chanoux e Film Commission Valle d’Aosta, si terrà tra la Sala Maria Ida Viglino di Aosta e la Cittadella dei Giovani e si compone di sei appuntamenti, tre dedicati alle scuole e tre aperti alla cittadinanza. Gli eventi si sviluppano attorno alla data dell’8 marzo, la giornata internazionale della donna, individuata per rafforzare la prospettiva femminile adottata e per proporre un’iniziativa che abbracci forme di rappresentazione positiva di più categorie stigmatizzate e oppresse.

“Le espressioni artistiche come il teatro, la musica e il cinema sono sempre state potenti strumenti di trasformazione della coscienza collettiva della società e nel corso della storia l’arte ha inviato importanti messaggi su questioni sociali e politiche rispetto ai diritti umani. Il nostro partenariato nella proposta della prima edizione del Black History Month in Valle d’Aosta è motivato dalla volontà di collegarci al resto del mondo che ha intrapreso un cammino di trasformazione collettiva di pensiero di conoscenza, condivisione e apprezzamento di tutte le culture del mondo.” - dicono congiuntamente la presidente di La Melagrana Ranzie Mensah, Alessia Gasparella ed Elena Ciofalo, rispettivamente presidente e segretaria di AIACE VDA, e la co-direttrice artistica di Palinodie Verdiana Vono.

Con la proposta di un’iniziativa multidisciplinare che accosta approfondimento e intrattenimento, la rassegna vuole essere un’occasione per affrontare tematiche inerenti la vita civica attiva di tutti gli abitanti. Le tre giornate di programmazione sono state pensate per raggiungere fasce della popolazione diversificate, con particolare attenzione alle giovani generazioni, il cui coinvolgimento diventa cruciale nel duplice obiettivo di aprire una riflessione sulla ricchezza della diversità culturale e di costituire occasioni di alfabetizzazione alla fruizione del contenuto culturale, sia esso una proiezione cinematografica, un incontro o un recital teatrale.

IL PROGRAMMA

Matinées per le scuole Mercoledì 6 marzo - 10.00 - 11.30 - Strong - Recital per le scuole Lo spettacolo inedito "Strong", a cura della compagnia teatrale Palinodie e della cantante Ranzie Mensah, è la traduzione in forma drammatica e teatrale delle tematiche del BHM. "Strong" è un progetto di ricostruzione autobiografica tra musica e parole intorno alle figure capitali di Miriam Makeba e Maya Angelou, due donne che attraversano stili e società molto diverse nello stesso periodo storico, e che Palinodie porta in scena in collaborazione con la cantante Ranzie Mensah, aggiungendo un nuovo capitolo nella propria ricerca artistica intorno ai temi dell’emancipazione femminile e del contrasto alle violenze e agli stereotipi.

Giovedì 7 marzo - 10.00 - 11.30 - Proiezioni cortometraggi per le scuole Le proiezioni tematiche di cortometraggi internazionali selezionati da Alessia Gasparella sono un’occasione per dibattere di razzismo, appropriazione culturale, integrazione e immigrazione. Insieme a Ranzie Mensah, mediatrice culturale e presidente della cooperativa La Melagrana, e Alessia Gasparella, direttrice artistica di AIACE VDA e programmatrice cinematografica.

Venerdì 8 marzo - 10.00- 11.30 - Incontro con Danielle Madam L’incontro con la testimonial della prima edizione del BHM Danielle Madam, profilo noto nel mondo sportivo, cinque volte vincitrice dei campionati italiani giovanili nel getto del peso, è moderato da Ranzie Mensah. La scelta di Danielle Madam per la prima edizione dell’iniziativa è motivata dal grande dono posseduto dall’atleta nel parlare alle giovani generazioni e consente di presentare le tematiche legate alla lotta al razzismo attraverso un approccio conciliante e ispirazionale, con una presentazione positiva di comunità, valori sportivi e cittadinanza attiva.

Eventi aperti al pubblico Venerdì 8 marzo - 18.00 - 20.00, Sala Maria Ida Viglino - Talk con Danielle Madam Incontro aperto alla cittadinanza, ai giornalisti e al mondo delle associazioni giovanili sportive valdostane con Danielle Madam, moderato da Davide Pellegrino, giornalista sportivo di Gazzetta Matin. Saluti istituzionali. Saliranno sul palco anche Omar Sheikh Esahaq Suad, Direttrice e ideatrice del Black History Month Torino, e parte dello staff del festival Black History Month Torino.

Venerdì 8 marzo - 21.00, Cittadella dei giovani - Spettacolo Strong Replica dello spettacolo Strong a cura della compagnia teatrale Palinodie con Verdiana Vono e Stefania Tagliaferri e la voce di Ranzie Mensah, parole dette e cantate alla scoperta di due donne simbolo dell’emancipazione dei popoli e dal forte potere ispirazionale: Miriam Makeba e Maya Angelou.

Sabato 9 marzo - 17.30, Cittadella dei giovani - “Le migrazioni si incontrano: il cinema afro italiano e l'emigrazione italiana all'estero" - Proiezione di cortometraggi in presenza dei registi. L’appuntamento con il cinema attraverso la proiezione di una selezione di cortometraggi, introdotto da un talk tra Michela Ceccarelli e Paolo Masini, è curato da Alessia Gasparella. Nel corso dell’evento, sono previste la proiezione di “Il mondiale in piazza” di Vito Palmieri, “Io sono Fatou” di Amir Ra, “Indovina chi viene a cena” e “Ambaradan” di Amin Nour. Ospiti Michela Ceccarelli, curatrice del progetto Emigrés 2.0 per Fondation Emile Chanoux; Paolo Masini, Presidente della Fondazione Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana e ideatore e coordinatore del progetto MigrArti promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo; Amin Nour e Vito Palmieri, registi vincitori del progetto MigrArti. Gli eventi aperti al pubblico sono ad accesso libero e non richiedono prenotazione. Gli appuntamenti per le scuole sono su registrazione obbligatoria contattando gli organizzatori all’indirizzo info@lamelagrana.info.

La presente iniziativa ha goduto di un co-finanziamento da parte della Fondazione Comunitaria della Valle d'Aosta e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nel quadro della co-progettazione e gestione in partnership con la Regione autonoma Valle d'Aosta e il CSV-VDA onlus, di iniziative di interesse generale a valere sul fondo ministeriale anno 2022

red/spe

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore