/ Salute in Valle d'Aosta

Salute in Valle d'Aosta | 08 febbraio 2024, 11:26

Assessore Marzi annuncia novità importanti su calcolo rette strutture per anziani

Nella seduta pomeridiana del Consiglio del 7 febbraio 2024, il dibattito si è concentrato sul calcolo delle rette per le strutture socio-sanitarie residenziali e semi-residenziali destinate agli anziani, sollevando interrogativi sulle pratiche in uso e sulle possibili novità in merito

Assessore Marzi annuncia novità importanti su calcolo rette strutture per anziani

L'interpellanza presentata dal gruppo Lega Vallée d'Aoste, guidata con fermezza dal Capogruppo Andrea Manfrin, ha evidenziato una disuguaglianza nel trattamento dei calcoli delle rette tra le persone con disabilità e gli anziani. Manfrin ha puntualizzato che, mentre per le persone con disabilità viene adottato l'Isee socio-sanitario, un indicatore che tiene conto delle particolari situazioni di bisogno garantendo trattamenti più favorevoli, per gli anziani si continua a fare riferimento all'Isee standard. Questo approccio, ha sottolineato, solleva dubbi di natura giuridica e richiede una riflessione attenta da parte delle istituzioni.

L'Assessore alla sanità, Carlo Marzi, ha colto l'opportunità per annunciare novità significative nel calcolo delle rette. Marzi ha evidenziato che la Regione Valle d'Aosta ha intrapreso un percorso di esclusione di altre indennità o pensioni di invalidità nel calcolo delle rette già dal lontano 2017, in linea con le pronunce giurisprudenziali e applicando l'Isee socio-sanitario. Questa decisione ha avuto un impatto tangibile sul bilancio regionale e degli enti locali, dimostrando un progresso rispetto ad altre regioni che ancora non hanno adottato tale pratica.

L'Assessore ha sottolineato che il momento di svolta è stato segnato dalla decisione della Giunta a fine dicembre 2023, che ha stabilito l'utilizzo dell'Isee socio-sanitario per il calcolo delle rette nelle strutture residenziali a partire dal 1° aprile 2024, estendendo quindi l'uso di questo strumento anche alle persone con disabilità. Questa modifica non solo migliorerà la situazione economica di molte famiglie, ma permetterà a un maggior numero di anziani e persone con disabilità di accedere ai servizi essenziali, garantendo loro una qualità della vita adeguata e rispettosa delle loro specifiche esigenze.

Il Capogruppo Manfrin ha espresso grande soddisfazione per questa novità, ma ha ribadito la necessità di continuare a insistere affinché anche gli anziani possano beneficiare di un trattamento più equo e adeguato alle loro necessità. La battaglia per migliorare le condizioni degli anziani, nonostante comporti un impegno finanziario significativo, rimane prioritaria per il gruppo Lega Vallée d'Aoste, che rimarrà vigile e determinato fino all'entrata in vigore delle modifiche previste il prossimo aprile.

pi/red.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore