/ CRONACA

CRONACA | 01 novembre 2023, 08:00

Chiusura Invernale del Colle del Piccolo San Bernardo: Un passaggio scenico tra Valle d'Aosta e Savoia

A partire dalle ore 12 di giovedì 2 novembre, il Colle del Piccolo San Bernardo, situato a circa 2.200 metri sul livello del mare e parte della statale 26 "della Valle d’Aosta," verrà chiuso per la stagione invernale

Chiusura Invernale del Colle del Piccolo San Bernardo: Un passaggio scenico tra Valle d'Aosta e Savoia

Il vallico Questo passaggio panoramico, che collega la Valle d'Aosta alla Savoia è soggetto a chiusura invernale ogni anno, e questa decisione è stata richiesta dall'Ente gestore francese che disporrà il divieto di transito sul versante di sua competenza.

La chiusura del versante italiano interesserà il tratto compreso tra il bivio per località Les Suches (km 152,150) e il confine di Stato con la Francia (km 156,346), dove le abbondanti nevicate rendono necessaria tale misura.

L'Agenzia Nazionale per le Strade (Anas) e il suo personale sono già al lavoro per garantire la percorribilità della statale, anche per garantire la viabilità per la festività del 1° novembre.

In concomitanza con la chiusura al traffico, verranno rimossi gli elementi di segnaletica verticale e le barriere laterali, per evitare che siano compromessi da slavine e valanghe. Questa operazione agevolerà anche le future operazioni di sgombero della neve, necessarie in vista della riapertura della strada, prevista in primavera.

È importante notare che il Colle del Gran San Bernardo, sulla statale 27, è stato già chiuso al traffico a partire da lunedì 16 ottobre, dalla località Cerisey nel comune di Saint-Rhémy-en-Bosses fino al confine di Stato.

Durante la stagione invernale, la Svizzera rimane raggiungibile attraverso il raccordo autostradale situato al km 19,800 della statale 27, a Saint-Rhémy-en-Bosses, con prosecuzione attraverso il traforo del Gran San Bernardo (T2).

Queste chiusure stagionali sono essenziali per garantire la sicurezza stradale nelle condizioni invernali avverse e preparare la strada per una riapertura sicura in primavera.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore