/ CRONACA

CRONACA | 23 ottobre 2022, 08:05

OTTOBRE 2022 LILT FOR WOMEN CONCLUSO AD AOSTA L’EVENTO SENOLOGIA AL CENTRO

A 25 donne il medico senologo ha anche fatto eseguire la mammografia

OTTOBRE 2022 LILT FOR WOMEN CONCLUSO AD AOSTA L’EVENTO SENOLOGIA AL CENTRO

Sono state 82 le donne che, aderendo all’iniziativa “LILT for Women 2022”, Senologia al Centro, nelle giornate del 19-20 e nella mattinata del 21 ottobre scorso, hanno eseguito una visita senologica nella struttura mobile di Piazza Chanoux ad Aosta. A 25 fra queste il medico senologo ha anche fatto eseguire una mammografia.

Luberto, presidente LILT Valle d’Aosta: «La diagnosi precoce è un’arma vincente in termini di migliore qualità di vita e di guaribilità. Il nostro impegno è riuscire a scoprire la presenza di un tumore, prima che compaia il minimo segnale».

Il sindaco di Aosta, Gianni Nuti, ed il presidente Lilt VdA, Salbatore Luberto, davanti al modulo

L’invito rivolto a tutte le donne, che ancora non l’avessero fatto, è ad informarsi attraverso anche gli opuscoli illustrativi messi a disposizione dalla LILT ed a sottoporsi alle visite senologiche che l’ambulatorio LILT Valle d’Aosta effettua per l’intero anno. Dall’inizio del mese rosa sono state oltre 200 le donne che in Valle d’Aosta hanno contattato il numero 0165 31331 per richiedere informazioni e prenotare un controllo.

Il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, ha l’obiettivo di ricordare a tutte le donne l’importanza della diagnosi precoce e a sensibilizzarle su questa patologia che attualmente rappresenta il big killer numero uno. Sebbene in questi 100 anni di quotidiana attività della LILT nella diffusione della cultura della prevenzione come metodo di vita siano stati fatti molti passi avanti nella consapevolezza e nel trattamento del cancro al seno, la strada da percorre verso la “mortalità zero” è ancora lunga.

Dobbiamo tornare a investire sugli screening promossi dal Servizio Sanitario Nazionale perché la diagnosi precoce è un’arma vincente in termini di migliore qualità della vita e di guaribilità. Nonostante l’aumento dell’incidenza della malattia, oggi la sopravvivenza a 10 anni supera l’80% e la probabilità di guarigione per tumori di millimetriche dimensioni è di oltre il 95%. In questo senso la diagnostica tecnologica negli ultimi decenni ha conquistato importanti traguardi, sviluppando metodiche che permettono di individuare tumori dipochissimi millimetri.

La nostra speranza è che in un futuro non troppo lontano si riesca a scoprire la presenza di un cancro, prima che compaia il benché minimo sintomo, attraverso test ematici, oggi eseguibili. La biopsia liquida, ad esempio, è uno di quegli esami diagnostici che permette di eseguire un’indagine molecolare su un semplice prelievo di sangue, che individua biomarcatori associabili con lo sviluppo del tumore al seno.

Anche la ricerca scientifica è parte integrante delle nostre attività istituzionali e lo dimostrano i molteplici studi legati all’innovazione in campo oncologico che finanziamo attraverso progetti di ricerca e borse di studio. Per quest’anno si stimano che saranno 60 mila le donne italiane che avranno una diagnosi di cancro al seno ed oltre 850 mila le donne che hanno già vissuto questa esperienza e delle quali siamo chiamati a prenderci cura.

In conclusione invitiamo ogni donna a recepire questa ricorrenza per sviluppare una maggiore consapevolezza della patologia e delle sue conseguenze e monitorare in modo costante la propria salute attraverso visite specialistiche senologiche e controlli periodici, senza trascurare l’autopalpazione mensile.

 

pyred

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore