/ ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 29 settembre 2022, 08:00

Un docufilm per conoscere l’associazione degli oss e ap

Temi di urgente attualità sono la qualità della vita negli anziani e dei metodi di cura e accudimento offerti alle persone più fragili

Sonia Picard, operatrice socio sanitaria, sul set allestito da Visual Chimera Studio

Sonia Picard, operatrice socio sanitaria, sul set allestito da Visual Chimera Studio

Savoir&Faire Vd’A, la prima Associazione di promozione sociale degli OSS e degli AP della Valle d’Aosta, ha tra gli scopi l’attenzione ai fenomeni dell’invecchiamento della popolazione, all’adeguata preparazione degli Operatori dell’assistenza, perlopiù donne, e al carico di fatica fisica e stress emotivo che comporta svolgere questo mestiere.

Temi di urgente attualità sono la qualità della vita negli anziani e dei metodi di cura e accudimento offerti alle persone più fragili. S&FVd’A, assegnataria di uno dei prestigiosi Riconoscimenti del Premio regionale per il Volontariato 2021-2022 promosso dal Consiglio regionale della Valle d’Aosta, ha in corso la realizzazione del Progetto Volenti o nolenti…, finalizzato al sostegno psicologico e all’aggiornamento delle Assistenti Personali, Operatrici Socio Sanitarie, Badanti, Caregiver familiari. “In particolare” riferisce il presidente Stefano Ghidoni “stiamo realizzando un docufilm intitolato provvisoriamente C’è chi ti pensa, dedicato alla valorizzazione di queste importanti figure professionali ancora troppo sottostimate per le loro reali capacità e dedizione”.

Infatti, pur vedendo coinvolte moltissime famiglie valdostane nel bisogno di assistenza ai propri anziani, malati, disabili, “la gente ha un’idea sbagliata e ormai superata del ruolo e delle competenze di chi lavora nelle abitazioni, nelle microcomunità, negli ospedali”, dichiara ancora Stefano Ghidoni, “si tratta di operatrici -e di operatori- che, pur bisognosi di continuo aggiornamento sui piani tecnico ed etico, mostrano esperienza, attenzione, pazienza, che hanno, spesso, studiato appropriatamente”.

La vicepresidente dell’associazione, Fulvia Dematteis, evidenzia che “aderire a S&F Vd’A significa partecipare alla realizzazione di iniziative di formazione, per il benessere psicologico e ricreative, utili al mantenimento delle competenze, all’accrescimento dell’autostima, al coinvolgimento sociale”.

Paola Bernazzani, amministratrice, rivolge un invito: “chiunque svolga questo lavoro in Valle d’Aosta può partecipare alla realizzazione delle riprese filmate esponendo il suo punto di vista in merito al tema dell’aiuto e della cura”.

PER SAPERNE DI PIU info@savoirefairevda.it, sito web www.savoirefairevda.it, pagina facebook Savoir & Faire Vd’A.

RED.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore