/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 20 giugno 2022, 20:08

Adunanza Consiglio Valle monopolizzata dalle iniziative dell’opposizione

L'adunanza non è ancora aperta al pubblico, ma è trasmessa sul sito del Consiglio regionale www.consiglio.vda.it, sul canale YouTube Consvda e sul canale Tv Vallée al numero 13 del digitale terrestre

Adunanza Consiglio Valle monopolizzata dalle iniziative dell’opposizione

Cinquantasette oggetti all'ordine del giorno, tutti proposti dai gruppi di opposizione. Il Consiglio regionale della Valle d'Aosta è convocato mercoledì e giovedì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20, per trattare un ordine del giorno composto da 57 oggetti, tra cui 16 interrogazioni, 32 interpellanze e tre mozioni. L'adunanza non è ancora aperta al pubblico, ma è trasmessa sul sito del Consiglio regionale www.consiglio.vda.it, sul canale YouTube Consvda e sul canale Tv Vallée al numero 13 del digitale terrestre.

Tra le 16 interrogazioni, la Lega chiede notizie sull'immissione di specie ittiche e progetti di ricerca su azioni di conservazione degli ambiti acquatici, sulla vendita del castello di Introd ed eventuali interlocuzioni con i nuovi proprietari, sull'aggiornamento e la futura gestione del sistema informatico della Casino de la Vallée spa, sui ritardi nei pagamenti ai beneficiari del bando di sostegno alla locazione 2021. Pour l'Autonomie chiede conto della norma di attuazione in materia di concessioni idroelettriche e degli altri dossier all'esame della Commissione Paritetica Stato-Regione. Il Progetto civico progressista vuole informazioni sulle interlocuzioni con il Comune di Aosta per sostenere la candidatura della città a Capitale italiana della cultura 2025 e sullo stato della stazione di monte dell'impianto di Punta Indren, a Gressoney-La-Trinité.

Tra le interpellanze, Forza Italia chiede informazioni sulla prenotazione dei biglietti per i concerti dell'edizione 2022 di Musicastelle Outdoor, sui tempi di pubblicazione del bando per il finanziamento del Pnrr per progetti di investimento per la riconversione di aree industriali dismesse. La Lega chiede la nomina del nuovo assessore all'Ambiente, Trasporti e Mobilità sostenibile, sui problemi nell'organizzazione della Sagra dello Jambon di Saint-Oyen e della Festa del Lardo di Arnad, sugli esami di guida della Motorizzazione civile regionale, su uno studio per realizzare i collegamenti a fune intervallivi, sul recupero e valorizzazione del Palazzo Cogne di Aosta e delle aree circostanti; sulle politiche di attrattività, valorizzazione e mantenimento del personale infermieristico dell'azienda Usl, sulle misure per evitare disservizi causati dalle carenze di medici di medicina generale.

Pour l'Autonomie chiede misure per calmierare l'aumento dei costi dell'energia sostenuti da famiglie e imprese valdostane. Il Pcp chiede notizie sugli interventi per risolvere il problema della mancanza di bidelli, sulle azioni per assicurare il regolare funzionamento dell'attività scolastica regionale 2022-2023, sulla predisposizione di una legge per attuare il passaggio da deflusso minimo vitale a deflusso ecologico nei torrenti regionali.

Il Consiglio discuterà infine tre mozioni, di cui due di Fi: la prima chiede l'impegno del governo a predisporre e a presentare alla commissione competente un rapporto di monitoraggio aggiornato delle diverse missioni del Pnrr; la seconda sollecita l'istituzione di una misura sperimentale di attrattività e sostegno da inserire nei contratti a tempo determinato del settore turistico. L'ultima mozione è della Lega per impegnare la giunta ad adottare un Programma delle priorità di intervento da attuare nei primi cento giorni dall'adozione del Piano regionale per la salute e il benessere sociale.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore