/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 15 gennaio 2022, 18:29

Marco Curighetti segretario di Azione VdA

In vista del primo Congresso nazionale di Azione previsto a Roma dal 18 al 20 febbraio, si è tenuto in video conferenza il Congresso regionale della Valle d’Aosta che boccia la candidatura di Berlusconi e propone la Ministra Cartabbia

Al centro Carlo Calenda

Al centro Carlo Calenda

Il Congresso ha eletto Segretario l’arch. Marco Curighetti, già coordinatore del gruppo locale, che sarà coadiuvato nella sua attività dai venti membri del nuovo Consiglio direttivo, con Patrick Aloisi confermato nel ruolo di Tesoriere.  Lo stesso Curighetti parteciperà quale Delegato valdostano al Congresso nazionale a supporto della candidatura di Carlo Calenda a Segretario nazionale di Azione.

“L’incontro - spiega Curighetti - è stato un momento ricco di spunti e partecipazione in cui la sezione locale ha confermato la piena adesione alla linea politica intrapresa a livello nazionale, anche in considerazione del recente ed importante accordo federativo con +Europa, siglato il 12 gennaio, primo e decisivo passo per dare vita anche in Valle d’Aosta ad una nuova offerta politico-elettorale che riunisca in vista delle prossime elezioni le forze e le personalità liberldemocratiche, riformiste ed europeiste che, sulla base di comuni valori ed obiettivi, intendano sfidare, sia a livello nazionale che locale, i partiti e i movimenti populisti e sovranisti”.

Il Congresso si è espresso a favore dell’eventuale candidatura della ministra Marta Cartabia (peraltro cittadina onoraria di Ollomont, ndr.)alla carica di Presidente della Repubblica, auspicando che i lavori parlamentari “possano risolversi con un’ampia maggioranza quanto mai necessaria per dare piena legittimità al prossimo inquilino del Quirinale, che deve essere in ogni caso una personalità autorevole, di grande equilibrio e che sappia toccare in profondità un tema delicato come quello della giustizia, tutti aspetti evidentemente non riconducibili alla figura di Silvio Berlusconi”.

Il neo Segretario regionale Curighetti (nella foto) ha quindi esposto come Azione Valle d’Aosta sia già presente in modo attivo all’interno del nascente comitato per la riforma elettorale finalizzato all’elezione diretta del Presidente della Giunta e della maggioranza regionale, grazie all’impegno di Gabriella Poliani e Giuseppe Grassi che figurano entrambi tra i primi firmatari del “CRE”.

 “Una riforma quanto mai necessaria – secondo Curighetti - per superare in modo definitivo la situazione di crisi e di incertezza che avvolge il Consiglio Valle, per favorire l’ingresso dei giovani e delle donne sulla scena politica e per restituire pieno significato al voto popolare mettendo un freno ai giochi di palazzo e ai troppo facili trasformismi che altro non fanno che allontanare le persone dalla politica”.

Una battaglia che Azione è quindi pronta a portare avanti fino in fondo, perché in gioco c’è il benessere e la sicurezza della Valle d’Aosta, aspetti che non possono prescindere dalla capacità di assicurare un’attività amministrativa stabile e basata su programmi certi e portati avanti con decisione e celerità.

L’assemblea ha quindi ribadito come la vocazione di Azione sia quella di promuovere nel dibattito politico locale una sempre maggiore presa di coscienza sulla necessità di analizzare e programmare una visione a medio lungo termine sulla quale plasmare le azioni di indirizzo per implementare investendo (e non distribuendo) le importanti risorse europee dei fondi strutturali e del PNRR in uno sviluppo duraturo e sostenibile della nostra regione.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore