/ CRONACA

CRONACA | 27 luglio 2021, 10:30

Il Green Pass ci salverà da un nuovo collasso

Aumentano contagi e (di poco) i ricoveri ma il fisico Roberto Battiston spiega perché il prossimo autunno non sarà come quello 2020

Il Green Pass ci salverà da un nuovo collasso

ll green pass ci salverà da un nuovo collasso del sistema sanitario. Roberto Battiston, professore di Fisica all’Università di Trento e attento studioso dei numeri della pandemia, prova a immaginare gli sviluppi del virus con Huffpost. L’aumento dei ricoveri registrato negli ultimi giorni non dovrebbe destare troppe preoccupazioni di ripetere un ottobre simile a quello dello scorso anno. Il merito, dice il fisico, non va solo ai vaccini, ma anche al certificato verde, che dovrebbe riuscire nel compito di arginare la circolazione della Delta.

“La crescita di questa ondata e la sua intensità per il sistema ospedaliero sono nettamente più basse rispetto alla precedente” commenta Battiston ad Huffpost, “Il ritmo con cui si sta caricando il nostro sistema ospedaliero è ancora molto basso e rimarrà basso. Certo, continuando così i numeri sono destinati ad alzarsi ulteriormente, ma dal sei agosto sarà attivo il pass vaccinale e questo filtro nella partecipazione a eventi di massa darà un freno alla crescita della pandemia”.

La pandemia torna a registrare il segno ”+” anche nei dati dei ricoveri inglesi. Tra il 14 luglio 2021 e il 20 luglio 2021, 5.490 persone sono state ospedalizzate con il coronavirus: un aumento del 26,7% rispetto ai 7 giorni precedenti. C’erano 5.001 pazienti in ospedale con coronavirus il 22 luglio 2021. ″È vero che i vaccini riducono il rischio di ricoveri e decessi. Ma se l’epidemia va troppo su di giri i problemi rispuntano, dalla scuola agli ospedali fino alla catena dei rifornimenti. Lo vediamo in questi giorni nel Regno Unito”, spiega in un’intervista a ‘La Repubblica’ Alessandro Vespignani, fisico ed esperto di modelli di propagazione delle epidemie alla Northeastern University di Boston.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Dl Covid. Nuovi criteri per entrare in zona gialla, arancione o rossa. Ipotesi quarantena ridotta per chi ha il Certificato verde. Stato di emergenza fino al 31 dicembre. Rimandata la decisione su trasporti e obbligo vaccinale per la scuola. È di tutta evidenza la necessità che le scelte in materia di "green pass" siano adottate con grande accortezza e tenendo sempre in stretta connessione le ragioni del contrasto della pandemia con quelle di un’ancora difficilissima ripartenza dell’economia.

Ma in materia di geenpass e vaccinazioni l'imbecillità cola come il grasso di un maiale sciolto nella caldaia. Non si vuole capire che il certificato vaccinale è uno strumento che consenta il riavvio in sicurezza di attività fin qui sospese o limitate o che consenta la prosecuzione delle attività in caso di aggravamento degli scenari di rischio sanitario.

pgc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore