/ AMBIENTE

AMBIENTE | 11 giugno 2021, 10:30

Dal 3 luglio stop a piatti, cannucce, posate e altri oggetti in plastica monouso

Con l’entrata in vigore della direttiva SUP (Single Use Plastic), i manufatti più inquinanti spariranno dal commercio. E verranno sostituiti da oggetti realizzati in polimeri naturali

Dal 3 luglio stop a piatti, cannucce, posate e altri oggetti in plastica monouso
Nelle linee guida sul nuovo provvedimento, pubblicate il 31 maggio 2021, la Commissione europea chiarisce che anche i prodotti monouso di carta contenenti plastica (poliaccoppiati) e le cosiddette bioplastiche sono inclusi tra i materiali vietati. Tra gli oggetti vietati dalla direttiva UE 2019/904 (direttiva SUP) rientrano: i bastoncini cotonati per la pulizia delle orecchie, peraltro sconsigliati dai medici; le posate, piatti, cannucce, palette in plastica (come quelle per mescolare il caffè); bastoncini in plastica per palloncini; i bicchieri e contenitori per alimenti e bevande in polistirene espanso.
A rischio anche la plastica biodegradabile

L’unica tipologia di materiale idoneo a sostituire la plastica nei prodotti monouso, secondo le linee guida, è infatti quella dei polimeri naturali non modificati, nei quali la struttura chimica originaria rimane inalterata. È il caso della cellulosa e della lignina, estratte dal legno, e dell’amido di mais, ottenuto mediante macinazione a umido.

Se passasse l’interpretazione dell’Esecutivo europeo, dal 3 luglio sarebbero fuorilegge anche i bicchieri in cartoncino, i cartoni del latte, i piatti in plastica riciclata, i bric dei succhi di frutta da forare con la cannuccia e molti altri prodotti di uso comune.
La previsione allarma l’industria della carta e del cartoncino in Europa, e in particolare in Italia, principale produttore di stoviglie in carta con il 35% del mercato. Per questo il governo italiano ha chiesto alla Commissione europea una deroga che salvi il settore, e i tanti posti di lavoro che impiega.

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore