/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 16 aprile 2021, 15:00

Lavori di utilità sociale, al via 15 progetti in Valle per il 2021

Lavori di utilità sociale, al via 15 progetti in Valle per il 2021

Il Covid e le norme anti pandemia non hanno fermato il progetto di reinserimento sociale per 108 residenti valdostani disoccupati e appartenenti alle fasce deboli.

Sono infatti in fase di avvio i 15 progetti di lavori di utilità sociale per il 2021 approvati dalla Giunta regionale a metà marzo. Ogni progetto ha una durata di circa sei mesi, con un contributo complessivo da parte dell'Amministrazione regionale di  circa un milione 400.000 mila euro.

Le persone coinvolte nei progetti sono seguite dai Servizi socio-occupazionali del territorio e dal SerD, con l'inserimento nelle quattro cooperative sociali di tipo B che realizzano le attività produttive previste.

I progetti di inserimento lavorativo garantiscono agli Enti Locali le necessarie attività di manutenzione del territorio e permettono alle persone inserite di sperimentare, ritrovare o ricostruire una dimensione occupazionale con il supporto delle cooperative sociali, per un auspicato ritorno al mercato del lavoro ordinario.

In parallelo è stato avviato un tavolo di lavoro, composto da rappresentanti della Regione, degli enti locali e del terzo settore, per il ridisegno dei lavori di utilità sociale, come previsto nella bozza di Piano politiche del lavoro, con l’obiettivo di rendere questo strumento ancora più efficace ed inclusivo.

"L’attuale situazione contingente che stiamo vivendo incide negativamente in particolare sulle fasce più fragili della nostra società – afferma l’assessore regionale allo Sviluppo economico e lavoro, Luigi Bertschy - abbiamo avviato in collaborazione con Cpel e Terzo Settore un processo di revisione dei progetti di utilità sociale che ci porterà a valorizzare ulteriormente queste iniziative ampliando la platea dei destinatari e gli ambiti in cui le persone potranno essere coinvolte".

Alcuni miglioramenti ai progetti per i Lus sono già stati apportati ai percorsi di quest’anno e l'Amministrazione regionale sta ancora operando per integrare l’offerta anche con fondi e modalità alternative.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore