/ CRONACA

CRONACA | 12 gennaio 2021, 19:50

Stefano Percino, guida alpina di Champoluc, tra protagonisti serie finlandese

Le riprese sono iniziate nell'agosto 2018 e gli episodi sono stati messi in onda in Finlandia alla fine del 2019

Stefano Percino watches over the clouds in the Ayas (tratta dal sito https://ntrnz.com/the-many-faces-of-european-nature-awarded-tv-format-introduces-six-nature-lovers-across-the-continent/)

Stefano Percino watches over the clouds in the Ayas (tratta dal sito https://ntrnz.com/the-many-faces-of-european-nature-awarded-tv-format-introduces-six-nature-lovers-across-the-continent/)

La guida alpina valdostana Stefano Percino è tra i protagonisti della serie tv finlandese 'Love of the wild - From the Alps to the Artic', candidata per il 'Golden venla' al migliore programma dell'anno nel paese scandinavo e tra i tre finalisti della categoria lifestyle.

Nella parte dedicata alle Alpi, la serie segue tra scenari mozzafiato la vita di Percino, presidente della Società guide Champoluc-Ayas. Classe '74 e originario del novarese, si è trasferito ai piedi del Monte Rosa a 20 anni. Le riprese sono iniziate nell'agosto 2018 e gli episodi sono stati messi in onda in Finlandia alla fine del 2019.

"La vita quotidiana di Stefano dipende interamente dalla natura, i cambiamenti delle stagioni sono visti in modo diverso in alta quota rispetto che altrove. Molti si stanno innamorando della montagna e del suo villaggio", fa sapere la produzione.

Ricordando che la serie ha raccolto oltre il 10% di share a ogni episodio invita a esprimere online il proprio voto. La serie cattura tutte le stagioni dell'anno e segue Percino, ad esempio, aprire nuove vie di arrampicata e insegnare ai giovani ad andare in sicurezza sulle montagne innevate.

Rispetto all'edizione originale (già vincitrice di tre Golden venla) che si concentrava sulla Finlandia, questa è la sua versione internazionale e spazia dalle montagne più alte ai laghi più grandi sino alla natura selvaggia dell'Europa settentrionale.

Classe 74, nato nella pianura del Novarese, trasferitosi ad Ayas all’età di 20 anni, vive con la moglie Michela e i figli Pietro, Emile e Anna ad Antagnod. La passione per la montagna l’ha portato a muovere i primi passi sui Ghiacciai del Monte Rosa, salendo tutte le punte del massiccio per numerose vie, sino ai ghiacciai Himalayani, salendo lo Shishapaghma e Sud Americani scalando il monte Yshinca, Hurus, Tochliaracu e Huascaran. Conoscitore degli angoli più suggestivi della valle d’Ayas avrà sempre il piacere di guidarvi là dove non osereste andare. Presidente della Società Guide Alpine di Champoluc.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore