/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 25 novembre 2020, 08:13

Chi ha visto i 90mila euro per interventi contro la violenza domestica?

COMUNICAZIONE POLITICA AUTOGESTITA ADU

Chi ha visto i 90mila euro per interventi contro la violenza domestica?

Per le troppe donne che in Valle d’Aosta subiscono violenza in famiglia, il lockdown prima e la zona rossa poi hanno signifcato dover rimanere in casa con il proprio aguzzino, paradossalmente per disposizione di legge. La situazione è così grave in Valle d’Aosta che - tra i tanti record negativi, come i contagiati e i morti rispetto alla popolazione e la perdita drastica di Pil che dà avvio a una forte crisi socio-economica – registriamo un aumento esponenziale delle violenze di genere.

Ogni denuncia, poi, risulta più complicata fnché il sistema legato alla sicurezza dei cittadini ruota intorno al dramma della seconda ondata e le strutture sanitarie restano sotto evidente stress. Nell’ambito della terza legge regionale di misure urgenti per contrastare gli efetti dell’emergenza da Covid-19 entrata in vigore lo scorso luglio, l’allora consigliera di Adu Vda Daria Pulz aveva proposto un emendamento al fne di ottenere l’aumento di 90.000€ per le misure di prevenzione della violenza domestica e di presa in carico delle donne maltrattate, volto soprattutto alla creazione di nuovi spazi di accoglienza nelle case rifugio.

La proposta di Adu Vda era stata accolta dal Consiglio Regionale della Valle d'Aosta all’unanimità. Questo risultato ci aveva fatti ben sperare sull’aumento di sensibilità della politica rispetto a un fenomeno che solo tramite il potenziamento delle strutture socio-sanitarie, accompagnato da un difuso e capillare lavoro culturale e formativo, può essere contrastato e, infne, sconftto. Ora, in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Adu Vda chiede a gran voce notizie di quei 90.000€ di cui abbiamo purtroppo perso le tracce.

ADU

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore