/ CRONACA

CRONACA | 25 settembre 2020, 21:14

Paola Borgnino confermata alla guida dell’A.I.D.O.

E' stata eletta dal nuovo Consiglio Direttivo il 22 Settembre 2020 a seguito dell’Assemblea elettiva svoltasi il 13 Settembre

Paola Borgnino confermata alla guida dell’A.I.D.O.

“Accolgo con estrema gratitudine questo incarico, che porterò avanti in continuità con il lavoro svolto fino ad ora. Sono stati anni impegnativi ma ricchi di soddisfazione, e gioia per gli ottimi risultati ottenuti. Il nuovo consiglio regionale e il collegio dei Probiviri è composto, oltre che da persone di comprovata esperienza associativa anche da persone nuove che hanno accettato, nonostante le difficoltà attuali, di far parte della nostra squadra". Paola Borgnino commenta così la riconfema alla presidenza di Aido VdA.

 

Paola Borgnino, prima a sinistra

Nella Giunta di Presidenza il vicepresidente è Severino Cubeddu. Il Nuovo amministratore associativo è Roberto Marengo, la Segretaria Monica Carradore.

I Consiglieri regionali sono: Claudio Latino, Daniele Scano, PierPaolo Civelli, Gianluca Del Vescovo, Odilla Stevanon, Antonella Dalla Zanna, Fabiola Megna.Nel Collegio dei Probiviri sono stati eletti Charrier Elisa, Bosco Anna Maria, GullìFrancesco con Denchasaz Monia e Milliery Cristina. Revisore dei Conti Barbara Buscaglione. Daniele Scano, Claudio Latino ed Antonella Dalla Zanna saranno i candidati al ruolo di Consigliere Nazionale e il delegato all’Assemblea Nazionale AIDO in programma a Roma alla fine del mese di ottobre sarà Severino Cubeddu.

"L’Assemblea - precisa la riconfermata presidente - lascia al nuovo direttivo la decisione sulle modalità di riorganizzazione territoriale a fronte di un dialogo aperto e costruttivo con la direzione nazionale che ci possa permettere dimettere in evidenza le nostre caratteristiche. Un impegno che continua con queste peculiarità da oltre 43 anni".

Paola Borgnino ha però il progetto di "rafforzare iniziative su tutto il territorio regionale differenziandole il più possibile per raggiungere il maggior numero di cittadini. Parteciperemo ai bandi Ministeriali e Regionali proposti per diffondere in maniera ancora più incisiva la cultura del Dono. Continueranno le attività nelle scuole e gli incontri informativi con la popolazione grazie alla rete di collaborazione fra associazioni del Dono, mondo istituzionale e medico".

 

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore