/ ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 14 settembre 2020, 09:07

Tutti in classe, distanziati e con la mascherina al collo

Distanze rispettate all'ingresso a scuola (cliccare sull'immagine per avviare la minigallery)

Distanze rispettate all'ingresso a scuola (cliccare sull'immagine per avviare la minigallery)

Il suono della campanella è sempre lo stesso e dunque tra incertezze, timori, ma anche con tanta voglia di ricominciare una vita 'normale' proprio a partire dalla scuola, questa mattina sono rientrati in classe circa 18.000 studenti valdostani dalla scuola dell'Infanzia alla Secondaria.

La prima giornata di scuola in Valle sembra essere iniziata senza intoppi e non era certo una cosa così scontata: genitori, docenti, amministrativi e bidelli dovranno da oggi confrontarsi con le rigide norme di prevenzione sanitaria in un ambito, le classi, particolarmente complesso e delicato, anche in vista del fatto che l'emergenza Covid-19 non è mai cessata e per l'imminente autunno è previsto un aumento di contagi "dovuto certamente anche alla ripresa della scuola in presenza" ha più volte sottolineato nei giorni scorsi Silvio Brusaferro, direttore dell'Istituto Superiore della Sanità. 

Questa mattina alunni e studenti hanno dovito entrare in classe distanziati, come prevede l'ultimo DPCM. In Valle, le scuole sede di seggio elettorale e dunque interessate dal voto sono meno della metà del totale.

Le norme principali

La temperatura va misurata ogni giorno a casa.  Con la febbre sopra i 37 e mezzo si deve rimanere a casa e chiamare il medico. L'uso delle mascherine è obbligatorio quando ci si deve spostare in classe e negli altri ambienti scolastici dove si rende difficile il rispetto del distanziamento sociale.

Il Comitato tecnico scientifico raccomanda l'uso delle mascherine chirurgiche, sono più sicure. Il Commissario per l'emergenza Covid, Domenico Arcuri, ne fornirà 11 milioni al giorno per studenti e personale scolastico in tutta Italia. Alle scuole sono già state inviate 94 milioni di mascherine. La mascherina va indossata all'ingresso, in uscita e nelle situazioni di movimento; quando si è seduti se c'è un metro di distanza si può abbassarla. La messa in quarantena di una scuola in caso di un docente o di uno studente è decisa dalla Usl VdA. L'intervallo si farà, bisogna però rispettare le regole previste: indossare le mascherine ed evitare assembramenti. Sì alle lezioni di educazione fisica rispettando il distanziamento di due metri e senza usare la mascherina. Ove possibile le attività di educazione fisica verranno svolte all'aperto.

Così è suddivisa la scuola in Valle: Infanzia circa 2800 bimbi; Primaria 5800; Secondaria primo grado 3600 circa; Secondaria poco meno di 5700.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore