/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 07 agosto 2020, 06:00

Il coronavirus blocca il portafogli degli eletti pentastellati valdostani

La deputata Elisa Tripodi ci ricasca. Già lo scorso anno si era presa in ritardo; è da aprile che non restituisce pare delle sue indennità. Tutti i consiglieri regionali fermi persino da marzo

Mossa Russo Nazzo Vesan

Mossa Russo Nazzo Vesan

Consultare il sito web tirendiconto.it ti rendi contro che i portavoce del Movimento 5 Stelle predicano bene e razzolano male. Tutti cinque eletti valdostani sono in ritardo nella restituzione al movimento di parte delle indennità parlamentari o regionali. Combinazione il ritardo inizia proprio con la pandemia convid-19 quasi come se ai comuni mortali abbia bloccato i polmoni e a loro il portafoglio e accorciato il braccino.

Dal sito tirendoconto.it Dei cinque eletti valdostani tutti sono in ritardo a partire dalla deputata Elisa Tripodi (nella foto in basso) che è dal mese di maggio compreso che non versa anche se in totale ha messo nelle casse pentastellate circa 68.500 euro.

I quattro consiglieri regionali non sono da meno, anzi. Il record di ritardi lo ha stabilito Maria Luisa Russo che da marzo si trattiene gli euro destinati al movimento anche se ne ha versati, da quando è stata eletta, poco meno di 41.000.

Ma anche il portavoce Luciano Massa è in colpevole ritardo. Da maggio non versa; da quando è stato eletto ne ha versati quasi 37.000.

A pari merito nel ritardo figurano, secondo il sito web tirendiconto.it, Manuela Nasso e Luigi Vesan che da aprile si sono dimenticati del movimento. Da quando sono stati eletti hanno comunque versato quasi 33.700 euro Vesan a poco più di 32.000 Nasso.

I 5 Stelle sono terrorizzati dalla possibile caduta del governo. I numeri al Senato traballano: ora si è disposti a perdonare chi non è in regola con i pagamenti?

Il timore principale riguarda la possibile caduta del governo giallorosso. Motivazione per cui i vertici grillini sarebbero pronti a chiudere un occhio nei confronti di coloro che non sono in regola con le restituzioni, abbandonando così una delle storiche battaglie per cui hanno ottenuto voti: stando a quanto appreso e riportato dall'Huffington Post, si starebbe studiando una serie di strategie per concedere ulteriore tempo agli eletti per mettersi in ordine con i pagamenti previsti dal regolamento (pagamenti all'associazione Rousseau e restituzione della diaria non spesa). Un dato è comunque inconfutabile anche i pentastellati parlano bene ma poi....

 

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore