/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 13 luglio 2020, 17:30

Aosta: Attivata prevenzione dei rischi da ondate di calore

Aosta: Attivata prevenzione dei rischi da ondate di calore

Anche quest’anno il Comune di Aosta partecipa alla campagna per la prevenzione dei rischi derivanti da eventuali ondate di calore anomalo, in collaborazione con l’Azienda Usl VdA e con la Protezione Civile regionale.

Nelle scorse settimane circa 600 persone che vivono da sole - segnalate dalla Usl in quanto considerate maggiormente a rischio per le loro patologie – sono state contattate telefonicamente dall'Amministrazione aostana per il tramite della cooperativa KCS Caregiver, attuale gestore dei servizi per anziani.

Le telefonate avevano l'obiettivo di verificare chi tra le persone indicate fosse interessata aessere richiamata in caso di ondate anomale di calore. Per coloro che hanno manifestato il benestare la cooperativa attiverà dei contatti successivi, mirati a monitorare le condizioni di salute e a fornire consigli per contrastare gli effetti del calore.

In caso di necessità è disponibile anche il numero verde 800.196.870.

Inoltre, a partire dal 28 luglio, e fino al 15 settembre, tutti i martedì dalle 16 alle 18 nella sede dei servizi in co-progettazione “Anziani Attivi” di via Vuillerminaz i volontari dell'associazione Alice saranno a disposizione delle persone anziane per la misurazione della pressione. Il servizio è realizzato con la collaborazione del Centro servizi per il volontariato-Csv di Aosta e dell'associazione Aliceonlus.

Commenta l’assessore alle Politiche sociali, Luca Girasole: "Soprattutto in questo periodo segnato dall’epidemia di Covid-19 ricordiamo il pericolo delle ondate di calore per le persone più anziane, spesso affette da patologie croniche. La campagna contro l’“emergenza caldo” ci permette anche di alleviare la loro solitudine, facendogli sentire la vicinanza della comunità".

Inoltre, sottolinea Girasole, "accanto al monitoraggio telefonicosiamo riusciti a confermare, grazie alla collaborazione con l’associazione Alice e il Csv, anche l’utile servizio della misurazione della pressione che, al di là dell’aspetto meramente diagnostico, contribuisce anch’esso ad avvicinare le persone più deboli e sole in una stagione spesso climaticamente difficile".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore