Consiglio Valle | sabato 21 settembre 2019 20:10

Consiglio Valle | 09 settembre 2019, 22:09

Dalla Camera via libera al governo Conte 2, 343 sì

Dalla Camera via libera al governo Conte 2, 343 sì

Il governo Conte 2 ha ottenuto la fiducia della Camera con  voti. I voti contrari sono stati 263, 3 gli astenuti. I deputati presenti erano 609, quelli votanti 606, la maggioranza è quindi stata fissata a 304 voti, ed e' stata superata di 39 voti. Adesso la palla passa al Senato dove martedì ci sarà il nuovo voto di fiducia.

"Sono soddisfatto del risultato", il commento del premier Giuseppe Conte. "Bene il Presidente Conte e la fiducia alla Camera. Un altro passo in avanti per cambiare l’Italia e renderla più verde, giusta e competitiva", scrive su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti. "Bene la fiducia alla Camera. Massimo sostegno alle parole del presidente Conte. M5S ha idee chiare: lavoro, imprese, ambiente, scuola, famiglia sono priorità. Ma anche taglio parlamentari e revoca concessioni autostradali. È il momento di correre, è il momento del coraggio. Ci siamo!", il commento su Twitter di Luigi Di Maio dopo il voto.

Ma l'Aula della Camera si trasforma, per un'intera giornata, in una curva da stadio, con cori urlati a ripetizione, bandiere sventolate e un clima che supera in più occasioni i livelli di guardia. Il tutto mentre davanti Montecitorio va in scena la piazza mobilitata da FdI e Lega, che gridano al tradimento della volontà popolare e invocano le urne.

È rissa pressoché costante nell'emiciclo, anche se non si arriva mai a menare le mani. Ma il livello verbale di scontro non lascia dubbi su quanto accadrà nei prossimi mesi in Parlamento, con M5s e Pd a fare quadrato attorno all'esecutivo, e Lega e FdI a tentare di 'balcanizzare' i lavori parlamentari, grazie anche alla guida leghista di 11 commissioni, tra cui la Bilancio alla Camera e la Finanze al Senato.

Nessuna sorpresa sui numeri: la neonata maggioranza giallorossa si attesta a quota 343. Votano a favore della fiducia Pd, M5s e Leu. Votano a favore anche i 3 deputati di +Europa (mentre Emma Bonino domani al Senato voterà contro), così i 4 di Civica popolare. Si astengono le minoranze linguistiche. Votano contro Lega, FdI e Forza Italia (con toni assai piu' pacati e senza gridare all'illegittimità del governo).

red. pol/ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore