Aosta Capitale | venerdì 19 luglio 2019 17:06

Aosta Capitale | 19 giugno 2019, 12:58

Aosta: La Cittadella dei giovani 'dà i numeri' di tre anni di attività

Da sn Enrico Montrosset Luisa Trione jean Frassy Daniela Piassot e Antonella Marcoz

Da sn Enrico Montrosset Luisa Trione jean Frassy Daniela Piassot e Antonella Marcoz

Poco più di 193mila accessi nei 1026 giorni d’apertura; una media di frequentazione di 188 persone al giorno, 154 delle quali partecipano attivamente agli eventi.

Questi i numeri che Jean Frassy, membro del Direttivo della Cittadella dei Giovani  di Aosta, ha illustrato oggi, mercoledì 19 giugno, nella Caffetteria della struttura di via Garibaldi.

"Numeri che raccontano molto ma non tutto, come ad esempio gli obiettivi raggiunti – spiega Frassy - ovvero il rispetto delle linee guida che l’Amministrazione aveva individuato: diventare un punto di riferimento, uno spazio intergenerazionale per target misti, altri incentrati esclusivamente sui giovani ma anche altri ancora indirizzati ai bambini/ragazzi".

"Uno spazio 'aperto', però – sottolinea sempre Frassy – nel quale tutta la Valle converge, come dimostra il dato del 56% di iscritti aostani seguito da un 22% di residenti dell’Unité des Communes Mont-Emilius – quindi i comuni limitrofi al Capoluogo – ma anche un 22% di iscritti residenti nelle restanti Unités. Un luogo di eventi di arte, musica e cultura, ma anche di formazione, scambi, dibattito, conferenze, avvenimenti ed esibizioni sportive, istituzionali, passando per la prevenzione e la promozione.

Luisa Trione, altro membro del direttivo, sottolinea che “a oltre tre anni di gestione della Cittadella dei giovani che abbiamo sempre cercato di concepire come ‘spazio di tutti’; oggi è un piacere presentare alcuni dati che danno la cifra del lavoro, dell'impegno e della passione che tutti noi abbiamo cercato di mettere. Sono dati che mostrano che la nostra città, la nostra regione, è viva e quando si propongono iniziative interessanti e differenziate il pubblico risponde bene”.

In chiusura, il Direttore artistico di Cittadella, Enrico Montrosset: “Venerdì 21 giugno le attività di Cittadella chiuderanno con la Festa della musica con un grande ospite, il brasiliano Maurício Tizumba che terrà un workshop aperto a tutti. I corsisti, la sera, prenderanno parte al concerto di Tizumba e di Gilson Silveira. Il 22, invece, la festa conclusiva con la ‘battle’ di danza ‘street’ e Hip hop, una serie di concerti in Caffetteria e, in Teatro, la versione rivista del progetto ‘SONO’, un lavoro di formazione e preparazione affinché i ragazzi potessero affrontare il mondo dello spettacolo, che ha avuto un enorme successo in Saison Culturelle a febbraio”.

Per il vicesindaco di Aosta, Antonella Marcoz, "Il valore aggiunto della  Cittadella dei giovani è motivo di orgoglio per l'Amministrazione comunale e non intendiamo in alcun modo perderlo".

 

val. pra.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore