Aosta Capitale | sabato 20 aprile 2019 05:16

Aosta Capitale | 23 marzo 2019, 09:39

Aosta: Crea e Verducci (Pd) chiedono conferenza pubblica su pedonalizzazione Piazza Arco Augusto

A consiliatura pressoché scadtuta Moteleone (Pd) chiede progettazione pedonalizzazione. Chi ha progettato la sperimentazione?

Aosta: Crea e Verducci (Pd) chiedono conferenza pubblica su pedonalizzazione Piazza Arco Augusto

Che da quando il Pd valdostano è guidato da Sara Timpano le anime dei Dem si siano ben distinte è risaputo così come è notorio che l’anima destra non sappia quello che fa quella sinistra. Più evidendente ancora è il fatto che l’anima del Pd, che fa capo a Sara Timpano, al sindaco Centoz e a Michele Monteleone, è stato confusionale tanto da vivere ora dopo ora priva di progetti e idealità.

Una dimo - strazione è l’ordine del giorno presentato da Michele Monte - leone, che sarà discusso nella prossima adunanza del Consiglio comunale, con il quale l’anima centozziana chiede di essere impegna ad  “avviare le procedure per una progettazione complessiva e definitiva dell’area finalizzata ad una completa pedonalizzazione mediante procedure concorsuali idonee a mettere a confronto soluzioni architettoniche diverse e qualificate della zona dell’Arco di Augusto”.

Una grande assurdità per almeno due motivi. La prima: a un anno dalle elezioni comunali non si può avviare un progetto che stravolge la viabilità senza preventiva consultazione dei cittadini e dei commercianti della zona che, peraltro hanno già a disposizione un progetto per la pedonalizzazione che mettono a disposizione gratuita del Comune. La seconda mai ordine del giorno è stato così intempestivo vista la possibilità che il Comune potrebbe essere commissariato per infiltrazioni mafiose.

Rimane poi la considerazione: chi ha pagato gli interventi effettuati fino ad oggi e quanto sono costati? In base a quale progetto sono stati posati i sarcofaghi in pietra?

A tutto queste domane una risposta potrebbe giungere nella prossima adunanza del Consiglio comunale che sarà pure chiamato a discutere una mozione presentata dall’anima del Pd del gruppo misto di maggioranza Antonio Crea e Pietro Diego Verducci che partendo dal fatto che “il Sindaco di Aosta si è più volte pubblicamente espresso sostenendo che la parziale pedonalizzazione dell’Arco d’Augusto ha avuto un esito positivo”. Una convinzione quella del sindaco che cozza contro i pareri discordanti sull’esito positivo di questo periodo sperimentale.

Contrariamente a Centoz e Monteleone, Crea e Verducci ribadiscono l’importanza di coinvolgere attivamente la cittadinanza per questioni che la riguardano direttamente.

Ma la cosa più assurda è che la sperimentazione, come scrivono nella mozione i due consiglieri, “un progetto vero e proprio sembra non essere mai stato presentato”. Tanto peggio l’amministrazione non ha debitamente coinvolti i cittadini interessati”.

(nella foto sopra Antonio Crea, in basso Pietro Verducci)

Alla luce del fatto che “più consensi si hanno meglio sarà recepita la volontà di questa amministrazione nel rendere questa città sempre più a misura d’uomo” e tenuto conto che “c’è la volontà da parte di qualche consigliere di indire un referendum sulla pedonalizzazione dell’Arco d’Augusto”, Crea e Verducci impegnano il Sindaco, la Giunta, l’assessore competente, convocare “una conferenza pubblica di presentazione alla cittadinanza del progetto di pedonalizzazione dell’Arco d’Augusto, evidenziando, inoltre, i parametri tenuti in considerazione sino ad oggi per sostenere che la parziale pedonalizzazione ha avuto un positivo riscontro”.

red. el.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore