Governo Valdostano | martedì 23 aprile 2019 20:53

Governo Valdostano | 22 marzo 2019, 09:05

Impegno verso 'plastica zero' in sagre e fiere

Impegno verso 'plastica zero' in sagre e fiere

L'Amministrazione regionale vuole regolamentare con maggior attenzione la gestione dei materiali in plastica monouso nelle feste e sagre.

"A proposito di materiali in plastica monouso – spiega l’assessore regionale all'Ambiente Albert Chatrian – da parte dell’Associazione italiana distribuzione automatica è pervenuta una diffida formale, con la quale viene richiesto alla Regione di revocare le circolari emanate alle strutture pubbliche presenti in Regione a febbraio 2019, volte a favorire misure di prevenzione nella produzione dei rifiuti in plastica, con particolare riferimento alle stoviglie, bicchieri e bottiglie in plastica".

La segnalazione è stata subito tradotta in una circolare inviata a tutti gli enti del comparto pubblico. "Con nota a mia firma -prosegue Chatrian - datata febbraio 2019, ho quindi evidenziato l’intenzione, come amministrazione, di  richiedere a tutti gli enti di opportune azioni di prevenzione della produzione dei rifiuti in plastica, che sono state declinate nella circolare. Nella nota inoltre è stato chiaramente specificato che quanto avviato rientra nelle competenze della Regione ed è pienamente coerente con le disposizioni comunitarie e nazionali in materia di gerarchia di gestione dei rifiuti, che indica, come azione prioritaria, proprio quella della prevenzione della produzione e che tali azioni non possono essere considerate, in alcun modo, pregiudizievoli rispetto all’attività svolta dai gestori dei distributori automatici di alimenti e di bevande".

Di recente, la Commissione europea ha avviato le procedure per disporre, sin dal 2019, l’esclusione dal mercato di determinate tipologie di oggetti plastici, in presenza di alternative facilmente disponibili ed economicamente accessibili. La Commissione stabilisce che gli Stati membri dovranno ridurre l'uso di contenitori per alimenti e tazze per bevande in plastica fissando obiettivi nazionali di riduzione, mettendo a disposizione prodotti alternativi e impedendo che i prodotti di plastica monouso siano forniti gratuitamente.

"Per quanto riguarda la regolamentazione  di manifestazioni in cui è prevista la preparazione e la somministrazione di alimenti – ricorda l’assessore Chatrian – nel 2015 era già stata divulgata una nota con cui venivano fornite agli organizzatori di fiere, sagre e feste indicazioni precise sull’obbligo di adottare principalmente piatti, bicchieri e posate monouso e in materiale compostabile, ad eccezione dell’utilizzo di materiale in vetro e ceramica, autorizzato laddove fosse dimostrato il pieno rispetto delle normative vigenti in materia di igiene degli alimenti, con particolare riferimento alle disposizioni sull’HACCP".

Nel 2016, è stato richiesto ai soggetti già destinatari della Circolare del 2015 di porre attenzione che, in caso di utilizzo di oggetti in materiale compostabile, la quota complessiva degli stessi, in peso, non superasse del 5% il quantitativo di rifiuto organico raccolto in forma differenziata.  Nel corso degli anni è stato verificato che tale limite non fosse superato e, quindi, l’utilizzo di oggetti in materiale compostabile è sempre stato ammesso. Tale informativa, per quanto concerne le Écolo Fêtes è stata data, in modo particolare alle Pro-loco nell’ambito dell’incontro preparatorio della Fiera di Sant’Orso del 7 gennaio scorso, mentre i Comuni e les Unités des Communes Valdotaînes sono state ulteriormente informate con la Circolare inviata in data 8 febbraio.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore