/ ECONOMIA

ECONOMIA | 01 aprile 2024, 17:11

Bonus pubblicità 2024

Ecco come accedere al bonus pubblicità 2024 prima della scadenza del 2 aprile: domanda, requisiti e utilizzo del credito d’imposta

Bonus pubblicità 2024

Il mondo della pubblicità è in subbuglio, con la data del 2 aprile che si avvicina velocemente come scadenza per richiedere il credito d'imposta relativo al bonus pubblicità 2024.

Bonus 2024: Vantaggi e Come Ottenerli

Questa agevolazione è stata istituita per incentivare gli investimenti aggiuntivi nella pubblicità, offrendo un'opportunità preziosa per imprese, liberi professionisti e organizzazioni non commerciali di tagliare i costi pubblicitari grazie a un notevole vantaggio fiscale.

Come Fare Domanda per il Bonus Pubblicità 2024

Secondo quanto riportato da Tg24.sky.it, il processo di richiesta è completamente digitalizzato e accessibile tramite i servizi online dell'Agenzia delle Entrate.

Per iniziare, i potenziali beneficiari devono accedere all'area riservata del sito utilizzando il loro SPID, la CNS, la CIE o, in certi casi, le credenziali Entratel o Fisconline.

Una volta autenticati, possono compilare e inviare la richiesta per il credito d'imposta tramite l'apposita procedura nella sezione "Servizi".

Chi Può Beneficiare del Bonus?

Il bonus pubblicità è aperto a una vasta gamma di soggetti, tra cui imprese e liberi professionisti, che investono in campagne pubblicitarie su giornali quotidiani e periodici, sia online che offline, nonché su emittenti televisive e radiofoniche locali, sia analogiche che digitali.

Un criterio essenziale per ottenere il beneficio fiscale è che gli investimenti pubblicitari dell'anno in corso superino di almeno l'1% quelli effettuati nell'anno precedente sugli stessi mezzi di comunicazione.

La fase di presentazione della domanda, che quest'anno si chiude in modo eccezionale il 2 aprile a causa della Pasqua, richiede l'invio di una "Comunicazione per l'accesso al credito d'imposta".

Successivamente, tra il 9 gennaio e il 9 febbraio dell'anno successivo, sarà necessario inviare una "Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati", attestando gli investimenti pubblicitari effettivamente realizzati. Basandosi su queste informazioni, il Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria determinerà l'importo del credito d'imposta fruibile da ciascun richiedente, pubblicando successivamente l'elenco definitivo dei beneficiari.

Utilizzo del Credito d'Imposta

Infine, il credito d'imposta riconosciuto può essere utilizzato solo in compensazione, inserendo il codice tributo "6900" sul modello F24.

red.eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore