/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 10 febbraio 2024, 19:23

Centro destra entra nella polemica attorno al nuovo presidio ospedaliero unico regionale

La mancanza di chiarezza sulle progettazioni e i costi complessivi alimenta una discussione accesa sul rispetto dei principi di buona amministrazione

Centro destra entra nella polemica attorno al nuovo presidio ospedaliero unico regionale

Dopo la recente seduta del Consiglio Valle, durante la quale è stata votata la mozione riguardante l'avvio dei lavori per l'ampliamento dell'ospedale Parini di Aosta, le forze politiche di centrodestra della Valle d'Aosta sollevano un'ondata di critiche e polemiche.

È emerso chiaramente dalle discussioni in aula con l'assessore regionale alla sanità - spiega una nota del centro destra - che i lavori sono stati avviati senza una previa e adeguata valutazione della fattibilità tecnica ed economica dell'intero progetto.

L'atteggiamento della maggioranza, che ha optato per il voto segreto per respingere la mozione che richiedeva dati certi, inclusi i costi complessivi, prima di dare il via libera ai lavori, solleva interrogativi sull'etica e la trasparenza delle istituzioni regionali., ribadisce il cnetro destra.

In questo contesto, in un gesto di responsabilità e nel pieno interesse dei cittadini valdostani, Il centro destrda si chiede al governo regionale di "interrompere immediatamente le procedure per l'avvio dei lavori. È imperativo attendere la disponibilità di tutti i dati sulla fattibilità tecnica ed economica del nuovo presidio ospedaliero unico della Valle d'Aosta. Questa attesa è vitale anche per valutare, alla luce dei progetti e dei costi complessivi ancora sconosciuti alla giunta regionale, possibili alternative, come prescritto dalle norme vigenti e dai principi di buona amministrazione.

La posizione critica è condivisa dai rappresentanti regionali di Lega Vallée d'Aoste, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Noi Moderati e UdC.

Angelo Brunetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore