/ CRONACA

CRONACA | 03 novembre 2023, 19:08

NOVITA’ PER LA STAGIONE INVERNALE 2023/2024

Con l’apertura degli impianti del comprensorio di Breuil-Cervinia lo scorso 14 ottobre, la stagione invernale 2023/2024 in Valle d’Aosta è già iniziata; tutte le altre località saranno pronte ad accogliere gli sciatori tra fine novembre e i primi di dicembre.

NOVITA’ PER LA STAGIONE INVERNALE  2023/2024

Dopo l’ottimo risultato dello scorso anno, anche per questo inverno, al fine di promuovere maggiormente un turismo rivolto alle famiglie e a tutti coloro che in generale apprezzano lo slow tourism, per la scoperta delle località più tranquille e meno affollate, è stato riconfermato lo skipass a 100 euro con un miglioramento rispetto all'anno precedente: ora offre 6 giornate di utilizzo (anziché 5) e permette agli sciatori di godere di 3 giornate consecutive (anziché 2) nello stesso comprensorio in maniera da prolungare il periodo di soggiorno presso la medesima località. Lo skipass è valido su 11 stazioni.  

Inoltre, grazie alla collaborazione con le locali scuole di sci, per offrire un'esperienza completa agli sciatori, lo skipass include la possibilità di ricevere una lezione di sci gratuita con maestro.

Lo Skipass Stagionale Regionale, un unico biglietto per sciare in tutti i comprensori valdostani e non solo.

Lo skipass stagionale regionale si può sicuramente definire un unicum nel panorama dell’offerta per lo sci sull’intero arco alpino.

Grazie alla posizione privilegiata della Valle d’Aosta, infatti, con lo Stagionale Valle d’Aosta è possibile, con un unico biglietto, sciare nei comprensori posti in territorio francese (La Rosière), in territorio svizzero (Zermatt) e in territorio Piemontese (Alagna), collegati sci ai piedi, con i comprensori valdostani.

Con lo Stagionale Valle d’Aosta, è inoltre possibile utilizzare illimitatamente la Skyway Monte Bianco: l’avveniristico complesso funiviario che permette di arrivare fino a punta Helbronner, a 3.466 metri, e ammirare, dal punto più vicino, la vetta del Monte Bianco mentre, nell’ambito dello “Skidecouverte”, è possibile sciare gratuitamente per sei giornate nel comprensorio sciistico di Verbier - 4 Vallées, in territorio Svizzero.

Sono inoltre sempre numerose le agevolazioni tariffarie per lo svolgimento di svariate attività culturali e sportive su tutto il territorio valdostano: accesso gratuito alle piscine regionali e al Casinò di Saint-Vincent, accesso scontato a musei e castelli della Valle d’Aosta, al Forte di Bard, alle terme di Pré-Saint-Didier, all’osservatorio astronomico e al planetario di Saint-Barthélemy, a voli in mongolfiera, e tante altre opportunità.

Il Servizio di Teleskipass

Un servizio sempre più apprezzato dagli sciatori è il Teleskipass.

Valido in tutte le stazioni sciistiche della Valle d’Aosta e attivabile presso tutte le biglietterie della stazioni sciistiche valdostane, il Teleskipass consente di accedere direttamente agli impianti di risalita senza dover acquistare lo skipass alle biglietterie. A fine giornata verrà calcolato automaticamente l’importo della giornata di sci in base alla tipologia di skipass fruito (giornaliero o mezzo giornaliero), alla tariffa relativa alla stazione sciistica interessata, eventuale sconto legato all’età (junior < 8 anni, junior < 14 anni, giovane < 18 anni o senior > 65 anni).

Dopo l’ottimo risultato riscontrato nelle scorse stagioni, anche quest’anno verrà replicata l’offerta destinata alle località minori. Al fine di incentivare la frequentazione nelle stazioni minori verrà riconosciuto allo sciatore al raggiungimento della quinta, decima e così via, giornata di sci effettuata nelle stazioni minori, una giornata gratuita, da utilizzare sempre in uno degli 11 comprensori minori.

Tale promozione si affianca a quelle già presenti per l’utilizzo del Teleskipass che prevedono lo sconto del 5% e del 10% al raggiungimento rispettivamente della quarta e dell’ottava giornata di sci.


Come ogni anno, la pausa estiva è servita alle società per realizzare quegli interventi indispensabili a migliorare il complesso sistema di impianti e piste che durante l’inverno verranno utilizzati da migliaia di sciatori.

Di seguito, le principali novità dei comprensori valdostani:

LA THUILE - ESPACE SAN BERNARDO

Molteplici sono le novità di quest’anno che Funivie Piccolo San Bernardo, e l’Espace San Bernardo in generale, vogliono offrire ai propri clienti.

Novità a volte più evidenti al grande pubblico, a volte elementi che concorrono a migliorare il servizio fornito, ma che si sviluppano nelle retrovie.

Cominciando dagli investimenti più importanti che sono stati fatti sul comprensorio, immediatamente visibile ai nostri ospiti sul lato francese del comprensorio, sarà la sostituzione della sciovia dedicata ai principiantissimi, “Le Dahu”, con una seggiovia a 4 posti che prenderà lo stesso nome, ma avrà un tracciato più lungo, che permetterà quindi il facile accesso alla seggiovia Plan du Repos.

Sul versante italiano, invece, è stato potenziato il sistema di innevamento, con 5 km e 20 cannoni in più: in questo caso, pur non visibile dagli sciatori, sarà il risultato finale ad essere evidente con un miglioramento della copertura nevosa dove serve.

Sono stati inoltre effettuati interventi obbligatori di revisione e di adeguamento tecnologico su 7 impianti sempre sul lato italiano, e nel suo complesso l’Espace San Bernardo può annoverare quest’anno ben 4 nuovi gatti delle nevi, che vanno quindi ad ammodernare il già vasto parco mezzi che consente di avere ogni giorno piste battute ed in ordine, pronte ad essere solcate dagli sciatori più accaniti.

Infine, in termini di miglioramento continuo, sono stati effettuati lavori di livellamento del fondo di alcune piste per facilitare l’apertura delle piste con la minor quantità di neve possibile.

Ma altre novità salteranno decisamente all’occhio di tutti coloro che verranno a La Thuile nel prossimo inverno: a cominciare dai nuovissimi schermi a led, posti in partenza e arrivo della telecabina DMC e in partenza alla seggiovia Bosco Express, che consentiranno un’informazione sempre aggiornata a tutti gli sciatori, fino ad arrivare al nuovo skirama, che è stato ridisegnato con un design aggiornato e più fruibile.

Infine, nuove moderne webcam sul comprensorio, in particolare al Piccolo San Bernardo e soprattutto in cima a Monte Chaz Dura, con una panomax che consentirà anche la visualizzazione notturna e una serie di funzionalità affascinanti, quali ad esempio il timelapse, i punti di interesse, e tanto altro ancora.

Inoltre, dal punto di vista degli eventi, quelli di maggior rilievo saranno:

Sabato 2 marzo tappa del Freeride World Tour Qualifier sul versante nord del Monte Belvedere a La Thuile

Dal 22 al 24 marzo Tour du Rutor che partirà anche quest’anno da La Thuile

Dal 5 al 7 aprile Criterium Nazionale Cuccioli di sci alpino  

COURMAYEUR

A completamento dei lavori effettuati lo scorso anno sull’impianto di innevamento, che ha portato la percentuale di piste con innevamento programmato ad oltre l’80%, quest’anno, nei punti strategici del comprensorio, verranno posizionati degli innevatori a torre ad elevata efficienza energetica che permetteranno la produzione di neve con una resa maggiore a fronte di minori consumi energetici.

Negli ultimi dieci anni, Courmayeur ha dedicato considerevoli risorse all'ottimizzazione dei consumi energetici e all'impatto sull'ambiente. L'approvvigionamento di energia elettrica da parte di CVA Energie, una società valdostana del Gruppo CVA orientata alla sostenibilità, è un esempio di questo impegno.

Da quest’anno sarà completamente operativo il sistema di diagnosi energetica delle nostre installazioni (impianti, sistemi di innevamento e mezzi battipista) che prevede misuratori di energia che permettono un monitoraggio costante e l’ottimizzazione dei consumi.

L’acqua utilizzata per l’innevamento è un’acqua estremamente pura che al momento dello scioglimento , a fine stagione, viene restituita all’ambiente con le stesse caratteristiche che aveva quando è stata prelevata.

Quest’estate è stato aggiornato tutto il sistema di cartografia con tecnologia innovativa così da garantire al sistema di battitura geolocalizzato maggior precisione ed affidabilità. Sistema che permette di verificare costantemente lo spessore del manto nevoso in pista così da essere efficaci nella distribuzione della neve e da gestire al meglio la produzione di neve programmata in un’ottica di ottimizzazione dei consumi energetici e di acqua.

Per l’apertura invernale verranno infine ultimati la revisione generale e gli ammodernamenti tecnici della Funivia Courmayeur che, con un investimento di oltre 5 milioni di Euro consentiranno di migliorare l’affidabilità e la sicurezza dell’impianto aggiornandolo alla più moderna tecnologia funiviaria.

SKYWAY MONTE BIANCO

A partire dall’inverno 2023-2024, presso la stazione intermedia di Pavillon a 2.173m sarà aperta la Mont Blanc Infinity Room

La magia del Monte Bianco e del suo paesaggio saranno i protagonisti di questa esperienza immersiva: i 3 grandi schermi a led e gli specchi rifletteranno le immagini a 360° del drone e dei suoi sorvoli sulle montagne, sulla natura alpina durante le differenti stagioni dell’anno.

Un’esperienza nell’esperienza per vivere completamente il Monte Bianco; la montagna cambia tutti i giorni e i nostri ospiti avranno la possibilità di vederla nei suoi diversi “vestiti”: autunno, inverno e estate.

Esisterà un biglietto dedicato per visitarla, un’ottima occasione per coloro che salgono durante una giornata di meteo avverso e poter comunque vivere le montagne e il Monte Bianco.

MONTEROSA SKI

Tante novità che caratterizzeranno la stagione sciistica 2023/2024.

Innanzitutto la seggiovia Moos, nella Valle di Gressoney, un impianto che migliorerà decisamente la fruizione del comprensorio sciistico e, in particolare, lo spostamento tra i due versanti della vallata.

La seggiovia in questione è la Payel di Valsavarenche che è stata riposizionata e collegherà la parte terminale della pista Moos con i tracciati sulla destra orografica, così gli sciatori potranno raggiungere sci ai piedi gli impianti Staffal-Sant’Anna e Staffal-Gabiet evitando uno scomodo tratto a piedi.

La nuova seggiovia Moos sarà anche utile per sfruttare la parte inferiore della pista Diretta Staffal un tracciato particolarmente adatto agli allenamenti e che sarà quindi sfruttato dagli sci club.

Oltre a questo sarà realizzato un tracciato naturale per lo slittino che correrà lungo la parte finale della pista Delle Marmotte, sarà lungo 551,3 metri e sarà servito sempre dalla seggiovia Moos.

Novità anche per quanto riguarda l'innevamento programmato, asset sempre più essenziale per garantire la sciabilità e permettere di programmare in tranquillità la stagione sciistica. E’ stato infatti potenziato il sistema di innevamento lungo la pista Sarezza, in Val d’Ayas, e nell’area di Sant’Anna, a Gressoney. Si sta progettando anche il totale rinnovo dell'impianto in zona Crest, in Val d’Ayas.

A Champorcher, invece, durante l'estate sono iniziati i lavori per la realizzazione di un nuovo bacino artificiale in località Laris.

Tante le novità anche per i piccoli sciatori: nascerà nel corso dell'estate 2023 il Sant'Anna Village, a Gressoney, con la realizzazione di un edificio dedicato che diventerà luogo di incontro nella zona già caratterizzata dal baby park e dalla zona di arrivo della fun slope.

Al Crest (Val d'Ayas) sarà in funzione il nuovo tapis roulant Cré Forné con una nuova pista, primo step in vista della futura realizzazione di un grande spazio dedicato all'apprendimento dello sci e ai giochi sulla neve.

Anche al Weismatten sarà potenziato il baby park con un nuovo tapis roulant di 90 metri.

CERVINIA-VALTOURNENCHE -TORGNON-CHAMOIS

La possibilità di sciare senza più interruzioni stagionali è diventata realtà. A Breuil-Cervinia dalla stagione 2023/2024 non ci sarà più distinzione tra inverno ed estate, primavera e autunno, perché gli impianti di risalita continueranno a funzionare ogni giorno, cancellando dal calendario la consueta pausa tra una stagione e l’altra. Dal 14 ottobre 2023 si scierà senza sosta, fino al 5 maggio 2024 sul versante italiano e già dal giorno successivo e fino all’8 settembre 2024 sulle piste di Plateau Rosa e Zermatt accessibili dall’Italia con lo skipass internazionale.

In Italia una prima assoluta. Il comprensorio Cervino Ski Paradise sarà infatti l’unico a garantire sciate 320 giorni l’anno, grazie anche alla recente inaugurazione della funivia 3S Matterhorn Alpine Crossing che dal 1° luglio 2023 collega Testa Grigia (zona di confine) al Piccolo Cervino.

Dall’estate 2023 la nuova funivia “3S” consente infatti ai pedoni di passare agilmente da Cervinia a Zermatt, regalando una vera e propria esperienza ad alta quota.

Cervinia guarda però già al futuro; è infatti già stato avviato il progetto che porterà alla realizzazione di un nuovo impianto che collegherà Breuil-Cervinia a Plateau Rosa attraverso una stazione intermedia posta a Plan Maison. La nuova direttrice permetterà di avere un’alternativa all’attuale linea funiviaria

La fase progettuale della nuova funivia è già stata avviata, così come sono iniziati i lavori che nelle prossime stagioni porteranno alla sostituzione e all’ammodernamento della seggiovia triposto del Goillet. Verrà installato un impianto a 6 posti con cupola, simile a quello del Gran Sometta, inaugurato la passata stagione invernale.

Gli eventi:

MATTERHORN CERVINO SPEED OPENING

A metà novembre Breuil-Cervinia e Zermatt riscriveranno la storia della Coppa del Mondo di sci alpino, organizzando le prime gare transfrontaliere dell’intero circuito.

Partenza in Svizzera, attraversamento del confine e arrivo sul territorio italiano. L’11 e il 12 novembre si svolgeranno due discese maschili, il 18 e 19 novembre altrettante discese femminili. Due settimane a tutta velocità sulla pista “Gran Becca”, in gran parte esistente

COPPA DEL MONDO SNOWBOARD

Sulle piste di Breuil-Cervinia non c’è solo il grande sci; la località turistica da anni è teatro della Coppa del Mondo di snowboard cross, appuntamento ormai tradizionale che si colloca appena prima di Natale.

Il circuito approderà il 15 e 16 dicembre 2023 con la seconda tappa del calendario internazionale.. Le batterie da quattro o da sei concorrenti regaleranno duelli dall’esito sempre incerto ed esalteranno le qualità dei circa 130 atleti di 15 nazionalità che raggiungeranno la Valle d’Aosta per domare la “pista 26”, costruita praticamente sotto alla vetta del Cervino.

TORGNON

Anche nel comprensorio di Torgnon, la società Cervino ha effettuato numerosi interventi di manutenzione e in questi mesi ha completato i lavori del potenziamento dell’impianto di innevamento con il nuovo bacino di accumulo che garantirà una riserva di acqua di 60.000 mc.  

PILA-AOSTA

Pila si migliora e si prepara alla realizzazione della nuova telecabina.

Con l’ottenimento di tutti i permessi del complesso iter progettuale e autorizzativo sono finalmente potuti partire i tanto attesi lavori del nuovo impianto di risalita del comprensorio di Pila che cambierà e migliorerà significativamente l’esperienza sportiva per gli sciatori ed i biker di qualsiasi livello ed età e che renderà la montagna accessibile a chiunque desideri ammirare, dai 2730 m di quota, uno dei panorami più incredibili delle Alpi.

Nella zona alta del Couis 1, infatti durante l’estate sono stati fatti importanti interventi sulle piste per renderle maggiormente fruibili da un numero più elevato di sciatori

Inoltre, sono iniziati i lavori per la realizzazione di una nuova diagonale che collegherà la pista del Couis 1 al Couis 2, aprendo nuove opportunità per gli amanti dello sci.

Pila quest’estate ha inoltre dedicato un'attenzione speciale all'allargamento e al miglioramento di alcune delle principali piste del comprensorio per offrire un'esperienza sciistica ancora più straordinaria; uno di questi interventi riguarda la pista numero 15, dove sono stati fatti importanti lavori di risistemazione e allargamento del tratto finale.

Infine, per migliorare l'accessibilità, per l’inizio della prossima stagione verrà abbassato il piano della pista di fronte alla telecabina Aosta Pila per portare il piano pista al livello dello sbarco, come parte del progetto "Lo Sci per Tutte le Abilità”, che nasce dalla volontà della Regione autonoma Valle d’Aosta di rendere il proprio territorio più inclusivo, accessibile e fruibile da parte delle persone con disabilità motorie, sensoriali e /o intellettive garantendo, in particolare d’inverno, ai turisti e ai residenti più opportunità di sport e di svago. 

I Numeri dello Sci in Valle d’Aosta

19 Stazioni di sci alpino di cui 2 transfrontaliere + la Skyway una funivia unica nel cuore del Monte Bianco  

1.017 le persone occupate di cui 346 assunti a tempo indeterminato e 671 assunte con contratto di lavoro stagionale.

159 gli impianti funiviari in esercizio sul territorio valdostano: 1 funicolare - 28 tra Funivie e telecabine - 68 seggiovie - 52 tra skilift e tapis-roulant con una portata oraria complessiva di poco inferiore a 240.000 persone/ora

31 milioni circa le persone trasportate nell’ultima stagione invernale 2022-2023

119 milioni di euro il fatturato complessivo lordo di biglietteria di cui 106 milioni raggiunto durante la stagione invernale 2022-2023

423 il numero di piste sul territorio valdostano: 116 blu – 222 rosse –55 nere oltre a 5 snow-park e 25 baby-park

365 i km delle piste servite dall’innevamento programmato

2.600 i generatori di neve posti lungo le piste di sci

red

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore