/ CRONACA

CRONACA | 28 settembre 2022, 17:06

Prestigioso riconoscimento per due studenti del Conservatoire de la Vallée d’Aoste

Samuele Brocco e Philiph Fontana hanno vinto il Premio nazionale delle arti (sezione Ottoni)

Samuele Brocco

Samuele Brocco

­ ­ Giunto alla sedicesima edizione e organizzato dal Conservatorio di musica San Pietro a Majella di Napoli il premio è un vero e proprio trampolino di lancio per i vincitori.

Samuele Brocco è stato premiato per la categoria Basso Tuba, Philiph Fontana invece per quella Eufonio; entrambi sono entrati nella finale del concorso dopo aver brillantemente superato le fasi iniziali e aver prevalso su tanti altri musicisti preparati e di buonissimo livello.

Un risultato che fa felice anche l’Istituto valdostano, menzionato due volte su un totale di cinque riconoscimenti. Gli altri tre sono stati assegnati a Flavio Pennisi (Trombone; Catania), Federico Maffei (Corno; Bergamo) e a Tommaso Scarpellini (Tromba; Cesena). 

L’iniziativa di San Pietro a Majella - designata per la sezione strumenti a fiato, sezione ottoni - rientra nel bando di concorso indetto dal Segretariato Generale del MUR (Ministero dell’Università e della Ricerca). 

I COMMENTI DEI DUE PROTAGONISTI VALDOSTANI

Samuele Brocco: «Sono molto felice di questo successo, frutto di sacrifici e impegno, raggiungibile anche grazie all'aiuto degli insegnanti e delle persone che ogni giorno credono in me. Non resta che continuare a migliorare per puntare ai prossimi traguardi».

Philiph Fontana: «Sono contento di aver ricevuto questo premio. È una ricompensa per il duro lavoro degli ultimi mesi, un motivo di carica in più per raggiungere futuri obiettivi». Gli studenti del Conservatoire Samuele Brocco e Philiph Fontana hanno vinto il prestigioso “Premio nazionale delle arti”. ­ ­

red/acmediapress

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore