/ CRONACA

CRONACA | 01 agosto 2022, 09:56

Interruzione circolazione traforo Monte Bianco

Emissione di fumo su un mezzo pesante, a causa dell’avaria dell’impianto frenante

Interruzione circolazione traforo Monte Bianco

Oggi lunedì 1° agosto alle ore 8.06 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di circa 80 minuti, a causa di un’emissione di fumo da parte di un mezzo pesante in transito nel senso Francia-Italia; il camion è stato immediatamente fermato dal personale di intervento in corrispondenza del luogo sicuro n.6, a circa 2 km dall’ingresso lato Francia.

L’evento, riconducibile all’impianto frenante del rimorchio, non ha provocato alcun principio di incendio.

In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il flusso dei veicoli all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.

I servizi di sicurezza interni del TMB-GEIE che presidiano in permanenza il Traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso.

Il loro ingresso in galleria non si è tuttavia reso necessario.

17 utenti a bordo di veicoli presenti all’interno del traforo hanno raggiunto i luoghi sicuri e sono state in contatto con gli operatori e le squadre di sicurezza.

Alle ore 8.41, i veicoli fermi in galleria hanno potuto proseguire la loro marcia verso i due piazzali.

Alle ore 8.52 la circolazione è stata ripristinata a senso unico alternato.

Alle ore 9.30, al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia.

L’evento, accaduto all’inizio di una giornata già caratterizzata da un forte traffico – per effetto in particolare della festività del 1° agosto, festa nazionale svizzera – ha provocato un accumulo di veicoli ai due pedaggi, che si ripercuoterà sul traffico e sui tempi di attesa dell’intera giornata.

L’attesa registrata al momento è di 3 ore in direzione dell’Italia e di 2 ore in direzione della Francia.

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore