/ ECONOMIA

ECONOMIA | 11 maggio 2022, 12:00

Aiuti alle imprese agricole, domande dal 23 maggio

E’ stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo economico con le modalità di accesso ai contributi e che conta su un budget di 5 milioni

Aiuti alle imprese agricole, domande dal 23 maggio

Si possono presentare dal 23 maggio e fino al 23 giugno le domande per la richiesta di contributi riservati alle aziende agricole (micro, piccole e medie) per investimenti nell’ambito della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Sono invece esclusi i progetti delle imprese agricole che riguardano investimenti finalizzati alla produzione agricola.

E’ stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo economico con le modalità di accesso ai contributi e che conta su un budget di 5 milioni. Il provvedimento prevede la concessione di contributi a fondo perduto pari al 30% delle spese ammissibili che può arrivare al 40% finalizzati all’acquisto e l’installazione di nuovi beni strumentali, materiali e immateriali, che dovranno essere utilizzati esclusivamente nelle sedi o negli stabilimenti delle imprese situate sul territorio nazionale. Il limite per ciascun beneficiario è di 20.000 euro.

L’agevolazione è riconosciuta alle spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda che devono riguardare beni strumentali allo svolgimento dell’attività d'impresa, nuovi di fabbrica, acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato, utilizzati esclusivamente presso la sede legale o l’unità locale ubicate sul territorio nazionale e caratterizzati da autonomia funzionale.

Le domande di concessione devono essere presentate, secondo le modalità previste dall’ art.4 del decreto, inviando il modulo di domanda di concessione  all’indirizzo contributofia@pec.mise.gov.it.

Ciascuna impresa agricola può presentare un’unica domanda di concessione del contributo. La presentazione di una ulteriore domanda prima dell’adozione del provvedimento di concessione implica la rinuncia alla precedente domanda. (fonte Coldiretti)

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore