/ CRONACA

CRONACA | 24 novembre 2021, 23:01

Ultimissime dal Ministero della Salute… Si abbassano i tempi per la terza dose di vaccino contro Covid-19: da 6 a 5 mesi

Lo sappiamo bene è lo dicono da sempre anche i maggiori esperti: ridere fa bene. E non solo, essere di buon umore ci consente di affrontare al meglio le giornate, relazionarci con le persone in maniera positiva ed è estremamente contagioso. Ecco perché abbiamo creato una nuova rubrica dedicata al buon umore: “Ridiamoci Sopra...”

Ultimissime dal Ministero della Salute… Si abbassano i tempi per la terza dose di vaccino contro Covid-19: da 6 a 5 mesi

Scende l'intervallo minimo del richiamo. Cosa dice la nuova circolare del ministero della Salute

Cambiano le tempistiche della terza dose. Da mercoledì 24 novembre sarà possibile ricevere il richiamo della vaccinazione anti Covid-19 anche a distanza di 5 mesi dall'ultimo vaccino ricevuto. Dunque, l'intervallo minimo fra la seconda e la terza iniezione (o fra la prima e la seconda, nel caso del vaccino monodose di Janssen) scende da 6 a 5 mesi. Così recita una nuova circolare del ministero della Salute, inviata alle Regioni, agli enti e istituzioni che gestiscono la campagna di vaccinazione.

Il testo sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale e entrerà in vigore dal 24 novembre. A fronte dell'aumentata circolazione del virus e della ripresa della curva epidemica, il provvedimento è emanato, come si legge nel testo, nell'ottica della massima precauzione. L'annuncio arriva anche dal profilo Twitter del ministro Roberto Speranza, che invita tutti a vaccinarsi.

“L'intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose 'booster' (di richiamo) con vaccino a mRna, alle categorie per cui è già raccomandata (inclusi tutti i soggetti vaccinati con unica dose di vaccino Janssen) e nei dosaggi autorizzati, è aggiornato a cinque mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato”. Questo è quanto riportato nella circolare del ministero della Salute. Le regole e la circolare valgono per i vaccini a mRna, dunque per quelli sviluppati dalle aziende Pfizer-BioNTech e Moderna. Anche le persone a cui è stato somministrato il vaccino di Astrazeneca in doppia dose o quello di Johnson&Johnson in singola dose, infatti, per questo nuovo richiamo riceveranno la vaccinazione di Pfizer o di Moderna. Dal 22 novembre, poi, la terza dose è già disponibile anche per gli individui dai 40 anni in su, che possono iniziare a prenotare il richiamo.    

Salvatore Battaglia Presidente Accademia delle Prefi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore