/ CRONACA

CRONACA | 21 novembre 2021, 13:06

Le molestie e violenze nei luoghi di lavoro

Il Dipartimento Politiche del lavoro e della Formazione dell’Assessorato dello Sviluppo economico, Formazione e Lavoro informa che giovedì 25 novembre 2021, in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è in programma alle ore 11.00, presso la Sala conferenze della Biblioteca regionale Bruno Salvadori di Aosta, la conferenza stampa di presentazione del Questionario di rilevazione delle molestie e violenze nei luoghi di lavoro

La Consigliera regionale di parità Laura Ottolenghi

La Consigliera regionale di parità Laura Ottolenghi

Frutto della stretta collaborazione nata dalla sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra l’Ufficio Consigliera di parità della Regione autonoma Valle d’Aosta e l’INAIL – Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro – sede regionale di Aosta, in sinergia con il Centro donne contro la violenza di Aosta e l’Osservatorio economico e sociale della Regione, il questionario vuol essere un utile strumento per lavorare in tema di prevenzione e di contrasto ad ogni forma di violenza nei luoghi di lavoro.

Occorre proporre in sinergia azioni progettuali atte a favorire condizioni di benessere lavorativo e a prevenire o rimuovere situazioni di discriminazioni o violenze e occorre fornire informazioni su come riconoscere le situazioni di molestia, affinché ogni lavoratore e lavoratrice, anche in virtù del ruolo ricoperto nell’organizzazione, prenda piena coscienza della situazione e si attivi per riconoscere, contrastare e prevenire questi fenomeni”, evidenzia la Consigliera regionale di parità Laura Ottolenghi.

“Da sempre l’attività dell’Inail  è finalizzata al contrasto a ogni tipo di discriminazione, in particolare quella di genere, con lo scopo di rafforzare la tutela nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori, in un’ottica d rinnovamento culturale. Tenendo conto che l’ambiente di lavoro è sicuramente un luogo a rischio, l’acclarato ampliamento della nozione di rischio è il presupposto per una tutela più ampia quando si verificano atti lesivi posti in essere da terzi, siano essi compagni di lavoro o estranei”, sottolinea il Direttore regionale INAIL Giuseppe Villani. (nella foto)

ASCOVA

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore